lunedì 19 dicembre 2011

Il calore del camino

Che fortuna avere un piccolo camino da accendere nei pomeriggi gelidi, quando fuori il buio cala presto e tutto è ricoperto di brina. Anche le fatine si tingono di colori accesi e si scaldano chiacchierando tra di loro allegramente.
E allora dai, vi mostro le fatine nate nelle ultime settimane, al riparo dal freddo, con i loro colori vitaminici e scoppiettanti come un fuocherello.

anello FataFlower (disponibile nel mio shop)
gri-gri FataAbbondanza (disponibile nel mio shop)

Gri-Gri FataTenerona, adottata tramite Giuliana di Tesserete

Ed ecco un braccialetto nuovo di bacca, praticamente è partito oggi per raggiungere la sua nuova fata-madre, Rita, la cittadina onoraria di FataLandia, come ama definirsi lei. Io le farei il monumento in fimo...

Pioggi di cuoricini e colori caldi...

A Rita piacciono le fatine con gli occhietti blu, ed allora riempiamo di sguardi languidi questo braccialettino. Non vedo l'ora che riescano a sfidare il traffico natalizio per giungere a lei.

E "dulcis in fundus" l'anello che ho fatto per la nostra amica Carmen che è grande "portatrice sana" di Bislaccaggini, chiamato in suo onore "AmicaCicita".


Ma ora mi tocca già aggiungere un ciucco di legna e torno a creare nuove fatine che desiderano nascere ancora prima della fine dell'anno!

Buon lavoro anche a voi!

domenica 11 dicembre 2011

Miaooooo?!

Nonostante i gatti dispettosi quest'anno abbiamo deciso di ri-addobbare il nostro pinkissimo e kitchosissimo alberello fuchsia!

Niente di che, qualche boccia e tre nastrini...

Le lucine? Ebbene, il cavo è stato prontamente rosicchiato da uno dei gatti! Chi?


MiniPi dorme sotto il tavolino, baciata dai raggi di sole. Sbadiglia innocente, no, non è stata lei, lei dormiva....


E allora è forse stata GygaBite? Impossibile, lei sta facendo la sua cura anti-acciacchi invernali, perché si sa; "una mela al giorno toglie ogni malanno di torno"....

Orfeo??? Nooo, lui è troppo impegnato a fare il padrone del mondo, figuriamoci se si perde a fare scematine come recidere cavi elettrici con i suoi diabolici dentini!
Si vede che non è stato nessuno allora!

Mega Anello FataMiciaMiao per Gabriella e ripiano girevole in mosaico di Elena Fiore
O forse è stata FataMiciaMiao che ha aprofittato di una mia distrazione per farsi un giretto per casa e lasciare un segno tangibile del suo passaggio?

Si, decisamente deve essere stata lei, non ci sono altre spiegazioni! Spero solo che non farà le stesse marachelle da Gabriella, la sua nuova Fata-madre ad Arbedo... Io creare Fate monelle??? Naaaa!!!!

E per terminare ho pensato di appendere le decorazioni realizzate due anni fa grazie alle spiegazioni di Luisa, Crochet Doll. Eh si, basta poco per creare atmosfera... E quest'anno è deciso, non si compra nulla!

Buon divertimento e tanti miao a tutti!

La mia amiconzola

l'ho conosciuta grazie ad internet ed è entrata a fare parte della mia vita, il mio piccolo clone in miniatura, la parte migliore di me! Lei è spiritosa, simpatica, generosa, amorevole, sincera, intelligente e fantasiosa.


Abbiamo visto i natali tutte e due negli anni '60 e siamo ambedue sopravissute ai '70 che a re-interpretarli oggi sembrano fossero favolosi. In realtà portavamo dolcevita che ad infilarli facevan scintille, indossavamo zoccoloni di legno che si consumavano sempre subito solo su un piede e per chiudere i blue jeans a zampa di elefante dovevamo sdraiarci sul letto mentre un'amica cercava di chiudere la cerniera. Di far pipì durante la giornata non se ne parlava, a meno di non riuscire ad andare in bagno con le amiche per aiutarci a rivestirci. Facevamo una malattia per avere una toppa con lo smile e gli oggetti Sarah Kay.

 Avevamo i mangiadischi e le audiocassette che puntalmente venivano rimangiate nel "registratore" e dovevamo passare ore con una matita nel foro per riarrotolarle all'interno.
Bevevamo da bicchieri in plastica che lasciavano il gusto ad ogni bibita, collezionavamo le figurine "Panini" ma non riuscivamo mai a terminare un album di figu perché la paghetta non bastava mai.

 Ci costuivamo da sole la casa per le bambole ed imparavamo a fare maglia, uncinetto eccetera per poterle vestire. Leggevamo i libri che noleggiavamo in biblioteca. La TV trasmetteva solo alcune ore ogni giorno.

Poi, finalmente, poco meno di quattro anni fa ci siamo incontrate e da li non ci siamo più lasciate.
Martedì era la festa dei suoi natali e per ribadire la mia gioia per la sua presenza a questo mondo ho voluto crearle una clonelenita della mia fatrioska per profumare la sua brum!

Mostrarla qui è solo un pretesto per ribadirle pubblicamente: auguri auguri ancora Zuzzurellina mia, ti voglio tanto bene!