lunedì 30 novembre 2009

Oh Tannenbaum, oh Tannenbaum wie pink sind deine blättern!

Prima domenica dell'avvento, si prepara l'albero!
Ma prima, grandi pulizie in casa bislacchi.

Finite finalmente le tante candele ma la casa era improponibile, inaccessibile, inguardabile e scivolosissima... Almeno due litri di cera finiscono sempre inevitabilmente in ogni recesso anche più recondito della casa

Qualche piccolo incidente; qualche palla si rompe sempre; basta che non sia il cuore ad infrangersi...

Eccolo qua, è tornato il nostro alberello pink; in tutta la sua pinkitudine!

... e subito PétitPatapon se ne è appropriato, persino ora che abbiamo messo le luci sembra non disturbarlo.

E così posso dedicarmi di nuovo ai miei lavori con la Fimo. Ecco la gri-gri FataLuminescente, ha già qualche settimana; ma per voi è nuova nuova vero?

Ed il braccialetto fatto su commissione per Sara di Genova; Le FateNeiFiori!

... E per terminare; grazie a Silvia, la nostra amica La Bohemien, anche la mia fatina ha la sua puppy personale!!! Stanno bene insieme vero?!

Non vi ho parlato del mio lavoretto della domenica??? Eh, sta volta è un segreto, work in progress misteriosissimo almeno fino a domenica prossima!

Buona settimana Fatonzoli, ma voi l'avete addobbato l'albero o siete gente da presepe??? O forse fate tutti e due?

Comunque sia, che lo spirito natalizio possa portarci gioia e serenità!

venerdì 27 novembre 2009

Craft Tour puntata 3 (l'epilogo?)

Voi forse siete ormai stufe dei miei/nostri ricordi del blitz parigino di esattamente 7 giorni fa...

Ci sono stati il meraviglioso post 1 e post 2 di Anna Drai, il primo ed il secondo di Claudia, il primo ed il secondo di Elena Fiore ed i miei due precedenti... Io invece sono ancora tutta immersa nei ricordi. Il tempo è relativo; son durate di più quelle 36 ore che gli ultimi 5 giorni da quando son tornata.....

E voglio ripensarci, riassaporare i ricordi, ed oggi lo faccio con le bellissime creazioni di Elena Fiore ed Anna Drai che hanno concepito come ricordo del nostro tour.... La foto??? Ovvio, è della copertina della nostra impagabile, impareggiabile organizzatrice; Elena!

Où? Paris, France!

Quand? Le 20*21*22 novembre 2009!

Ed in tutte noi ha preso vita in modo dirompente la Amelie Poulain che riposa in ogni cuore!

Ed ecco la confezione del regalo pensato da Elena. La classe non è acqua!

Ed ogni dettaglio è perfetto!

Ed all'interno ciò di cui noi tutte sentivamo la mancanza e che la nostra previdentissima, nonché ironica ed imprevedibile Elena ha pensato di finalmente fornirci! Il Kit di emergenze da viaggio!

Rido ancora ogni volta che lo guardo, lo tocco, lo coccolo come fosse uno dei suoi magnifici "mostrilli". Credo che solo lei potesse pensare di dedicare così tanto tempo, dettagli, materiali preziosi per farci divertire (e, ne son certa, divertirsi). Pensate, per ogniuna di noi l'ha fatto con colori e dettagli differenti... Eh si, come si diceva subito sopra: la classe non è acqua.

E qui si cambia stile; riconoscibilissimo, è della nostra Anna dalle mani d'oro!!! Una Moleskine dedicata al nostro viaggio con dettagli scrapposi come solo lei sa fare! Si, credo proprio che è la volta buona che mi stampo le fotografie e, penna in mano, butto giù i miei ricordi su questo meraviglioso taccuino...

Ma non finisce mica qui! e dal pacchettino sbuca un altro regalo personalizzato, differente per ogniuna di noi....

Cade giusto a fagiulo, il kit delle emergenze da viaggio non contemplava filo ed i bottoni per rotture e strappi improvvisi (accadono immancabilmente lontano da casa)!!!

Questo set da cucito è il più bello, ricco di affetto e creatività che io abbia mai avuto!
Voglio citare le babbucce di Claudia, senza le quali non avrei mai potuto surfare nei bagni del treno senza rischiare di rimanere con il pigiama e le calzette inzuppati tutta la notte!

Grazie Anna, Claudia e Elena (in ordine alfabetico, ovvio!),

oltre ad aver lasciato, come ogni volta, un pezzo di cuore a Parigi se n'è appiccicato un pezzo del mio al vostro!

E quindi lo lascio dire al nano viaggiatore di Amélie:

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

mercoledì 25 novembre 2009

Ogni pretesto è buono...

Un collage di immagini "rubate" alle mie amiche in ricordo di 36 ore indimenticabili...

Non so perché, ma la mia mente continua a tornare a quelle ore, a rivivere minuto per minuto ogni istante, come quando si è innamorati.

Eppure è stato stancante, eppure il salone non mi è piaciuto, eppure ho dormito solo pochi istanti.... Ma la mente ed il cuore tornano a quelle risate, a quella stanchezza, a quell'affiatamento magico che si è creato fin dal primo istante.

Sembrano rimanere solo una manciatina di acquisti compulsivi ed i biglietti stroppicciati nelle tasche...

Ma è stato molto di più, è stato ben altro, e di questo son felice perché questo mi rimmarrà per sempre, anche quando avrò finito anche l'ultimo pon-pon di passamaneria ed utilizzato l'ultimo piccolo ritaglio di stoffa...

Ogni pretesto è buono per farsi piacere e condividere attimi felici con le persone a noi affini!!!

... Ed il nostro pensiero più di una volta è volato alle "assenti giustificate", un po' le abbiamo portate nel cuore con noi! Ma questo lo si può capire solo se si hanno letto i post di Anna, Claudia ed Elena; ma fa niente loro tre capiranno!

Un augurio di poter vivere tanta gioia e condivisione a tutte/i!!!

lunedì 23 novembre 2009

Bon Baisers de Paris!

Fata-sfatta dopo un craft-tour-de-force a Parigi con le mie tre amichette blog, passo al volo solo per postarvi una cartolina che ho scritto per voi da Parigi.

Tornerò più lungamente a mente lucida a raccontarvi qualcosa del nostro magnifico e folle viaggetto, ma dato che non ho scattato fotografie (il mio apparecchio era davvero troppo grande per il micro-bagaglio da notti in vagone-letto), vi mostrerò solo alcune amenità... Per lucidarvi gli occhi e farvi una idea migliore di cosa non sia stato, vi rimando a questo post di Elena e questo di Claudia... Grazie ragazze (mammina fata quanto mi mancate!!!)

Anna, Claudia e Elena, siete state meravigliose!!!

E tanto per non lasciarvi completamente a secco di immagini ecco una piccola associazione creative di idee... Da quando è uscito "Il fantastico mondo di Amelie" io non riesco più a non associare Parigi con il nano viaggiatore del papà di Amelie. Ve lo ricordate?

Pensando a cosa regalare di "bislacco" in ricordo alle mie compagne di viaggio, ho creato la murrina "Nano Alarico", ispirata da un racconto inedito della bravissima scrittrice Tiziana Ortelli. E qui apro una parentesi; spero che questo racconto venga pubblicato al più presto perché vorrei che tutti potessero viaggiare nel magico mondo di fantasia di questa fantastica creatrice di sogni ed atmosfere che è Tiziana! Chiusa parentesi.

Questo nano Alarico fa un percorso inverso; dalle parti più disparate dell'italia (e Svizzera limitrofa) si è suddiviso in tante fette per andare a Parigi!
Ecco il NanoAlarico di Anna, con tanto di murrina torre Eiffel in lontanza.

E qui il più piccino, per Elena, immerso in un ambiente bucolico tra fiorellini, fragoline e coccinelle...

Ed infine il NanoAlarico di Claudia, il più "sobrio" ed "essenziale"; brillantini (a lei esperta gemmologa), grandi fiori e nanetto sbucante.

E per concludere il mio esperimento; un braccialetto per me (non avevo idea se sarebbe stato portabile, ma grazie alla grande-fata-madre lo è).
Ed ora, dopo questo tripudio di sciocchezze e nanetti vi saluto e me ne torno al lavoro, ancora con la lacrimuccia agli occhi ed il cuore gonfio di tenerezza e gioia per questi bei giorni (in realtà 36 ore tonde tonde: brevi ma intense!)!
A presto per un resoconto più dettagliato (potesse interessarvi....)!

mercoledì 18 novembre 2009

Di viola e di cera....

Mi pare una vita che non aggiorno, eppure sono solo due giorni... Sto vivendo una vita spericolata....

Prima che diventino "storia antica" vi prestento la collana tutta sui toni del viola, magenta, rosa e bordot; FamigliaFatata.

Una cascata di perle, faccine, catenine grandi e piccole, rotonde ed ovali, lisce e lavorate ed una stoffa e filati magenta.... Lo sapevate che il viola è il "colore dell'anima" e della spiritualità? Morte e rinascita, misticismo e follia... Come sono labili i confini.... La FamigliaFatata è un po' così, meditativa ma anche un po' folle... Ora che ci penso, ho idea che l'ho creata un po' ad immagine e somiglianza... ;-)

E poi ovvio non poteva mancare l'anello in "pendant": la FatinaTimidina che sbuca da un tripudio di margheritine di prato a sbirciare il mondo, credendosi al riparo da sguardi umani... Io le lascio l'illusione!

E poi per me è tornato il tempo delle candele... Piccole, grandi, medie, sferiche, piramidali, coniche, quadrate.....


Tutta casa è piena di pezzettini minuscoli (ed anche meno) di cera colorata, di pezzetti di stoppini, di pastelli, pigmenti, vaschette e formine.... Ce la farà la Bislacca ad evadere l'ordine e tornare al più presto alla sua Fimo??? Me la sogno di notte e le creaturine nella mia testa fanno bisboccia per uscire nel "creato"....

A proposito, se mai voleste cimentarvi nell'insano proposito di realizzare delle "candele-mosaico" come le mie, vi ricordo che l'anno scorso ne ho fatto un tutorial, basta cliccare!!!

Ora torno alla mia cera bollente.... Ma sentiste come sono morbide le mie mani finalmente(anche se semi-ustionate)!
Buona giornata a tutti da FataIncerata!!

lunedì 16 novembre 2009

Ancora Crochet: le babbucce della nonna

Un altro post al volo con i miei "sollazzi" domenicali. Lo confesso, sono piuttosto pantofolaia! Venerdì, sul blog The Indie Handmade Show nell'ambito del consueto appuntamento con le Friday's inspiration di Maria che verteva tutto sui Granny Square all'uncinetto, ho flashato sulle babbucce fatte con i "quadrotti della nonna". Adoro uncinettare i Granny Square e come molte di noi ho passato l'adolescenza a confezionarmi top, gonne, bikini, borse e quant'altro con questo sistema (aargh, gli anni '70!!!).

E così, dato che ho deciso che la domenica NON SI LAVORA, ieri mi sono dedicata a cercare un tutorial per realizzarmi le suddette babbucce. Ho infatti trovato lo schema su The Purl Bee, ed è spiegato benissimo, chiaro, con le fotografie di ogni passaggio. Anzi, ce ne fosse bisogno, ecco anche un tutorial per realizzare i Granny Square, un ripassino non fa mai male! Et voilà il risultato di un pigro pomeriggio sul divano, caminetto acceso, uncinetto alla mano, gatti che attentano ai miei gomitoli sparsi in ogni dove ...

Le mie le ho volute assemblare in modo che fossero una speculare all'altra, non sia mai che confondo il mio piede sinistro con quello destro....

Ma ora basta crogiolarsi davanti alle braci ancora scoppiettanti, compiacendomi ed ammirando le mie nuove "pepé"! È lunedì, si torna a creare Fatine strambe e creaturine che sgomitano già nella mia immaginazione!

Buona settimana a tutti!

sabato 14 novembre 2009

Altri divertimenti per il fine settimana: riciclo creativo!

Dopo la mia visita ad Abilmente ho voluto provare alcune piccole cose imparate grazie ai tutorial di alcune artiste conosciute in fiera. Dopo gli anelli a pallina all'uncinetto di CrochetDoll ho voluto provare una tecnica proposta da Daniela Cerri in uno dei suoi manuali (ecodesign).
Si tratta di creare una specie di "stoffa" da comunissime buste e sacchetti di plastica.

Siccome il mio Fato, esasperato dalle mie disavventure con mio telefonino ormai antidiluviano che si spegneva ogni volta che ricevevo un messaggio o una telefonata me ne ha regalato uno nuovo, dicendomi "però la custodia la devi fare tu"... Oh, quale migliore occasione per sperimentare qualcosa di nuovo. Nel manuale di Ecodesign vi verrà svelato il piccolo segreto per come creare cose molto più complesse come collane e bijoux fantastici.

Ma io sono già soddisfatta di essermi lanciata, vi assicuro che il risultato è davvero sorprendente ed il "tessuto" robusto e colorato. Questa fotografia giusto per mostrarvi il mio salvaschermo "Keith Haring" (mio mito degli anni '80) con i biscottini comprati a Marostica. Praticamente o compravo una parure di diamanti o i biscottini; il prezzo quasi uguale. Ma vuoi mettere il glamour di mangiarsi il biscottino con i disegni del Grande e compianto?


E qui vi metto un video che tempo fa mi inviò la mia amica Ilaria (Filo e Colori di Ila) che è bravissima a scovare novità. Magari questo video ed il manualetto di Daniela vi daranno voglia di provare anche voi in fine settimana uggioso.

E qui un'altra facilissima idea (come al solito "di necessità virtù") per utilizzare il tessuto ricavato con i sacchettini di plastica riciclati; il porta-carte da visita che prima non sapevo mai come tenere insieme dato che non hanno una misura canonica.

E per terminare vi mostro cosa mi sono regalata a Vicenza; una collana a crochet di Daniela Cerri: forme e colori che mi "gustano muchissimo"!!!

E allora: buon divertimento con il riciclo!!!

giovedì 12 novembre 2009

Fate coccolose

Nate per far sentire amate le loro destinatarie:

FataAmata e

Fata Beata

Riusciranno la loro missione???

Buona serata Fatonzoli, all we need is love!

lunedì 9 novembre 2009

Folli Follettini Fior di melanzana

Gri-gri???
Eh no, sono orecchini....

Che fatica lavorar così in piccolo per me che ormai sto diventando una Fata-Talpa...
Ma lasciamogli credere di essere delle fatine vere....

Pssst! ... non dite loro che son piccini!

...accettano solo di sentirsi dire che sono carini, melanzanini e follettini....
Buon inizio settimana Fatonzoline o follettine belle!!!