venerdì 29 maggio 2009

L'abito e il monaco (packaging)

Oggi voglio condividere con voi una riflessione sull'importanza della confezione ed il packaging quando spediamo o regaliamo una nostra creazione. Inoltre continuo col darvi qualche link che per me è stato molto utile per gli acquisti on-line. Ricordo con piacere alcuni post di amiche bloggers sul tema del packaging; quello di Alessia (Beads and Tricks) su tag e buste per la spedizione, quello di elena fiore (décor e blablabla) sull'importanza della presentazione e della confezione e quello di Giulia Boccafogli (Giulia Boccafogli: JEWELRY DESIGNER) sul packaging di bijoux. (sono certa che ne dimentico di importanti, me ne scuso!).

Personalmente ritengo che il packaging sia uno degli aspetti che dobbiamo molto curare; come se fossero un "prolungamento" delle nostre creazioni. Chi sceglie di acquistare "handmade" desidera infatti acquistare un oggetto unico, personale e curato (io quando lo faccio guardo molto a queste cose). Chi sceglie handmade lo fa sapendo che ogni soldo speso va a favore della creatività, quella di chi ha creato il manufatto e per la propria (che sicuramente ne sarà stimolata).

Se vi mostro come faccio io è solo per dare qualche spunto in più, uno stimolo per personalizzare ognuna con il proprio stile, anche rispettando alcune regole importanti alle quali non sempre si pensa quando si spedisce un oggetto.

Chi acquista un oggetto artistico o artigianale si "innamora" di una peculiarità delle creazioni, di un'atmosfera. Io credo che chi crea con passione poi trasmette in ogni dettaglio questo amore per le sue creazioni, ed anche la confezione di conseguenza lo riflette. Le tre creative che ho citato sopra ne sono un bel esempio; vedrete che anche il loro packaging trasmette esattamente il sapore che si trova nei loro blogs, nelle loro parole e nelle loro creazioni. Credo che sono poche le creative che possono davvero sbarcare il lunario vendendo le proprie creazioni, perché esse richiedono tempo, fantasia, progettazione, ricerca di materiale ecc che non si possono mettere "in conto". Spesso il vero "salario" è la soddisfazione di condividere qualcosa che ci soddisfa con altri, che le nostre creazioni possano venire accolte, che possano "partire" per lasciare spazio a nuove idee...

manine in fimo con stampigliato il mio "nome" in modo che sia chiaro che è fatto a mano e da chi (e con cosa. Anche se manca il cuore, ma quello è nelle mie creazioni).
Carte veline dei colori che contraddistinguono il mio blog e le mie creazioni (facile, sono quelli che mi piacciono....)
Cartoncini per fare cartoline e cartoncino ondulato colorato per fare le confezioni o da usare nell'asola dell'anello nel caso il postino si sedesse proprio su quel pacchettino li...Non sia mai!)
Ultimamente amo decorare i miei biglietti con delle fotografie. In questo caso la mia "testimonial" Fata Gri-Gri Pinkie che tutti conoscete, Oppure con il meraviglioso collage che la splendida Tatti (Le Tattiidee) ha creato per me! (ancora un grazie di cuore). Rotoli di carta adesiva colorata o con frasi che mi ispirano. Ne cerco ovunque vado... Serviranno per chiudere pacchi e pacchettini!
Importantissima; la plastica per imballaggi. Un'alternativa, a primo impatto più ecologica, sono per esempio i pop corn. Ma a me non convince perché oltre ad ungere il tutto poi mi piange il cuore a buttare via del cibo, mentre la plastica si può riciclare per imballare altre cose. Sacchettini di stoffa che cucio con amore nei miei cotoni preferiti, poi vengono lavati e stirati (ve l'ho detto che sono bislacca no!). Ad ognuno aggiungo l'etichetta con il mio nome. Anche se sono molto belle e ben fatte (il nome è cucito), non vi lascio il link di dove le ho ordinate, sono stati un po' scorretti ed alla fine della fiera li ho quasi pagati 1 euro l'uno. Non volete il link vero?! Anzi, magari avete voi degli indirizzi per me dato che sto arrivando alla frutta e le mie etichettine iniziano a scarseggiare???
Ad ogni sacchettino faccio una chiusura con una cordicella "coda di topo" in colore coordinato al mio sacchettino. Questi sacchettini diventano "le casette" per gli anelli, le collane ed i braccialetti!
... ecco qui l'anello, con "l'asola" rinforzata dal cartoncino ondulato, che sta per andare a nanna nel suo personale domicilio prima di affrontare un lungo viaggio.
E qui una chicca, le mini cards della MOO. Sono splendidi ed in 4 mosse potete creare 100 bigliettini con 100 fotografie diverse, aggiungendo sul retro fino a 6 righe di testo. Misurano 2,8 centimetri per 7. Io le trovo davvero deliziose, personali e fatte benissimo! Un buchino, ci infilo uno spago e la manina, et voilà, il concetto è chiaro! Nei negozi basterà attaccarlo all'oggetto aggiungendo un adesivo per il prezzo.
Per la spedizione ci metto una molletta di legno affrancata alla cordicina. Nessun pacchetto sarà mai uguale ad un altro! E poi non dite che non penso ad ognuna di voi....
Altra "chicca" che mi sono offerta da MOO, i mini adesivi 22x22 millimetri. Anche qui la possibilità in 4 "mosse" di realizzare 90 adesivi differenti. Io ho scelto di mantenere sempre la mia "top fata model" del momento, in 3 pose differenti, per non fare troppa confusione (!?!).
E poi ho dovuto inventarmi un modo per spedire gli orecchini. Un modo bislacco ma a me piace. Mi è sembrata ingenosa l'idea di appuntare gli orecchini nella plastica imbottita. ... ma la cosa mi sembrava ancora un po' "spoglia", e allora, una domenica ho voluto provare a farmi uno stampino con una gri-gri, tanto per decorare un pochino i pacchetti e la carta velina per la confezione. Ecco il mio primo risultato prendendo una foto della mia cappuccetto a pois. In photoshop ho ridotto i colori a due ed ho intagliato il mio motivo in una gomma di circa 2,5x2,5 cm.
Non mi resta che aggiungere plastica imbottita, veline colorate, il mio biglietto da visita, stampini con il nome e magari anche con la gri-gri. Una cosa "sobria", come lo è questa vostra Bislacca. E ora il tutto è pronto da infilare in un'altra busta imbottita, aggiungere la cartolina, chiudere con lo scotch, aggiungere l'indirizzo della persona che mi onora della sua fiducia... Ah, quasi quasi scatta di nuovo lo stampino; tanto per annunciarmi già nella buca da lettera, e la faccetta con croce Svizzera... No, tanto per essere sicuri.... E poi ecco rimpinzato il fido NanoNando che mi accompagna nei miei viaggi alla posta di Canobbio e mi tiene compagnia mentre faccio la fila....

Ecco cosa c'è quando vi arriva un pacchetto; tanta cura, attenzione, personalizzazione... Tutto tempo che io passo pensando alla destinataria. Un tempo lungo, ma pieno di gratificazione perché siete voi che mi ispirate e mi permettete di creare sempre ed ancora.
Spero che questo lungo e laborioso post possa essere di aiuto a qualcuna, o di ispirazione...
Aggiunta dell'ultima ora (21.15), ho ritrovato un link molto interessante, il Pool del gruppo Etsy packaging; davvero molto interessante!
Io vi abbraccio tutti come se foste qui (oh, adoro gli abbracci di gruppo!) e vi auguro un buon inizio di fine settimana!

giovedì 28 maggio 2009

Al menù; di tutto di più!

Ma ciaooo, siete ancora qui??? Io riesco a fare le mie gitarelle "fuori porta" sui vostri blog sempre più raramente e me ne rammarico.
Lavoro e pastrugno e sono in molte faccende affaccendata. Avrei da mostrarvi mille e mille cose ma poi ho paura di nausearvi e che mi faceste un irreversibile "rigetto da fatina"...
Ci andrò dunque con i piedi di piombo...
Sarete rassicurati a vedere che "sono tornata in me" ed ho ripreso l'uso dei miei colori feticci, il pink ed il verde veleno....
Il mio anello "Dolce Pinketta". L'ho fatta circa due settimane fa. Purtroppo l'ho infilata al dito ed è stato "amore a primo contatto". Non riesco più a non portarla con me ovunque vada, qualsiasi cosa io faccia... È strano il potere che hanno su alcune le mie creazioni, si crea un'alchimia, una affinità e si sa che si è destinati. Discorso da invasata, lo so, ma vi assicuro che è così, quando senti che è "tua" non puoi più fare a meno di lei. Io mi estraneo totalmente dal fatto che l'ho creata io e lascio che "mi parli" (sento in lontananza già la sirena, quella dell'ambulanza per il ricovero coatto)...
Da quando indosso questo anello mi rendo conto che ogni tanto mi estraneo da quello che mi accade intorno e la guardo, le sorrido, scopro i dettagli che io stessa ho inserito. Mi sembra impossibile che l'abbia fatta io... È un'entità a sé... Cosa dicevo poco sopra??? Che sono "tornata in me"???? Scherzetto!
Sono più fuori degli agricoltori quando raccolgono i pomodori, come un vaso di fiori, signori e signori! (Articolo 31)
E dicono che le esalazioni della Fimo calda non è tossica....
Ed ecco la collana lunga lunga che "Fata DolcePinketta" mi ha commissionato per fare "pendant"; la "Frizza che ti Frizza"!

Tripudio di colori vitaminici e folli come la Pinketta, da portare lunga o a doppio giro collo.

e naturalmente ha voluto anche un braccialetto. Stile Hoppel-Poppel (perle in fimo, cuscinetti di tessuto e perle in metallo) ma più "light" con chiusura a calamita.

E qui il gri-gri "Fata Tanta Gioia!" che appena uscita dal forno è già partita a cercare il fresco in Valle Leventina.... Fata in Fuga!

.... E la gri-gri "FataSbarazzina" con maxi petalo a mò di ciuffo che le ricade su di un occhio...

... ed infine il mio "progetto di compleanno". Ogni anno mi "regalo" una custumizzazione; un anno fu dipingere una parete del mio studio con gli occhi del Buddha, un altro anno mi rifeci una sedia a découpage che fu pura follia, l'anno scorso una gonna complicatissima nei toni, ovvio, verde e pink, che il tendone della Moira Orfei in confronto è sobrio... Quest'anno??? Beh, vedrete più in là... Vi assicuro che il nostro albero di natale fuchsia in confronto era spoglio! Aspetto di avere tempo "libero"... Magari in clinica me lo faranno portare e potrò continuare a lavorarci se non sarò troppo stordita!
Tanti cari saluti da Fata Bislacca e da Fata Dolce Pinketta!

martedì 26 maggio 2009

Ma perché ci vuole sempre un titolo???

Non ho un granché da raccontare questa sera, sarà il caldo che mi fa sciogliere la fimo tra le mani come fosse pongo o burro fuso, ma questa sera mi va di mostrarvi alcune "creature" nate prima del grande caldo.
La Gri-Gri "FataMillefiori"

Gli orecchini "FolleIvana" commissionatimi da una mia carissima amica (eh si, mi do agli orecchini)

L'anello "FolleFata"

Un altro dei miei anelloni patacconi (diametro totale 4 cm) "Mille Girasoli"

...dai che ormai siamo quasi alla frutta; anche se un po' acerba....

... infine; l'anello "Campo Estivo" con girasoli, brillantini, coccinelle e fragoline mature!
Buona serata Fatonzoli e Fatonzole; questa sera noi ci godiamo un po' di fresco dato che c'è appena stato un bel temporale e si sta quasi bene....

lunedì 25 maggio 2009

I Fati Bislacchi in fuga romantica!

Piccolo album fotografico della nostra scappatella di un fine settimana a Soletta e Biel (o Bienne).
Prima di andarci non sapevamo quasi esistesse...

Soletta: Gri-Gri "Fata MilleFiori" patriottica.

Torretta della fortezza sul fiume.

Bow-window nella città vecchia

Negozio kitchissimo nel quale ho passato qualche ora sul filo dei ricordi dei miei giochi dI bambina

La fiera dell'inutilità... Ah ma quanto ci piace!

No comment (come certe notizie su Euronews)

Qualcuno mi tenga!!!!

La libertà. Anche in Svizzera ha le ragnatele. Aggiunta del 25.5; lapsus, è la giustizia, non la libertà... Chissà che le due cose non coincidano fin troppo spesso??? Mah!

Dettaglio di un'altra fontana.

... Altra fontana prima di fermarci a pranzare all'ombra.

Bienne: Arrivo! Siamo nella Svizzera del nord... ore 18:57 31° gradi!!!

Interno di una vetrina. Dedicata alla mia Bambulta Ila ed alla mia Zuzzi (nel senso di zuzzurellona) Elena, so che saprete apprezzare!

Love???

& Rest in Peace!

Idee per il découpage!
Dopo una notte insonne su, o meglio dire in un materasso che si sprofondava. Umidità tipo giungla tropicale e traffico che nemmeno Kuala Lumpur nell'ora di punta, siamo fuggiti al mattino, rinunciando al resto del fine settimana romantico....
Ma che bello tornare a casa!!! Stendere la nuova tovaglia...

un "bretzel" ed un salamino all'ombra della magnolia....

... e gustare il piccolo lusso che ci siamo concessi nella pasticceria di Soletta...

Ammirare la cascata di rose e fiori nel giardino....

Ma soprattutto scoprire che la peonia che Igor ha ricevuto al suo compleanno, 5 anni fa, proprio oggi, la vigilia del suo 37 compleanno, ha fiorito per fargli gli auguri!
Mi unisco a lei per augurare a Igor: mio compagno, amico, marito, fratello; BUON COMPLEANNO!