martedì 31 marzo 2009

Pretty in pink!

« È vero senza menzogna, certo e verissimo. Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli della cosa una. E poiché tutte le cose sono e provengono da una, per la mediazione di una, così tutte le cose sono nate da questa cosa unica mediante adattamento. Il Sole è suo padre, la Luna è sua madre, il Vento l'ha portata nel suo grembo, la Terra è la sua nutrice. Il padre di tutto, il fine di tutto il mondo è qui. La sua forza o potenza è intera se essa è convertita in terra. Separerai la Terra dal Fuoco, il sottile dallo spesso dolcemente e con grande industria. Sale dalla Terra al Cielo e nuovamente discende in Terra e riceve la forza delle cose superiori e inferiori. Con questo mezzo avrai la gloria di tutto il mondo e per mezzo di ciò l'oscurità fuggirà da te. È la forza forte di ogni forza: perché vincerà ogni cosa sottile e penetrerà ogni cosa solida. Così è stato creato il mondo. (...) Ermete Trismegisto. (da Wikipedia)
O no???
Ai vostri rastrelli!!! Buona giornata a tutti!

sabato 28 marzo 2009

CONCORSINO; il o LA Fimo????

La prenderò molto alla larga, se no che bislacca sarei... Se volete saltate già a fine post...
Piove! Con apprensione guardo alla nostra grande magnolia che stava iniziando a fiorire. Adoro questo momento, quando davanti alla porta-finestra della nostra sala tutto diventa rosa, e poi, con il primo giorno di vento, i petali si staccano ed è tutto un volteggiare di pink-rain... Fino ad avere un magnifico "tappeto" di fiori... Quest'anno temo che assomiglierà più ad un frappé al cioccolato, o peggio ad un'inguardabile pozzanghera piuttosto che ad un soave paesaggio giapponese....

E allora continuo con l'optical... In un commento al mio post precedente Roberta mi suggeriva un anello nero con "proiettili" di colore.... Eccolo!!! La dualità e la percezione umana!E sempre della produzione "a me gli occhi!" ecco "le 3 grazie"
e la "Fata-languida"....
Ma veniamo a noi; che c'entrano i miei anelli con un concorsino sulla Fimo???
Premesse;
1. ultimamente ho osservato il counter del mio blog e noto che ricevo circa 300 visite al giorno... O è impazzito oppure ho tanti amici silenziosi che mi piacerebbe conoscere di persona... Questo potrebbe essere un incentivo per farvi uscire "allo scoperto" e tentare l'esperienza (spesso complicata la prima volta) di lasciare un commento.
2. Poi, da tempo non faccio più "apertamente" un regalino e vorrei poter omaggiare qualcuno con una mia creazione; un anello appunto.
3. Ma dei blog-candy non mi piace molto che si lascia spesso un fugace commento, a volte mi sembra che ci sia proprio la "caccia al candy" nel web... e pensare che qualcosa di fatto con amore ed intenzione possa finire in un cassetto mi rattrista troppo per farlo in quel modo!
Altra divagazione:
Da tempo immemore Elena Fiore mi prende in giro dicendo che LA pasta polimerica Fimo si chiami "il Fimo"... Il pasta fimo???????? In Francese LA chiamano "la Fimo" mentre in inglese e tedesco più prudentemente usano un articolo neutro "the" e "das".... Voi cosa ne pensate???
Entro nel vivo???
Sono stufa di andare a caccia di link che citino LA Fimo solo per farla ad Elenuccia e quindi chiedo il parere a voi (due regole semplicissime);
1. LASCIATE UN COMMENTO SCRIVENDO SE SECONDO VOI SI DICE IL o LA FIMO! (naturalmente vi ho già "imboccato" la risposta esatta)
Inoltre, come detto sopra io detesto pensare di mettere in palio qualcosa che la vincitrice non porterebbe mai e quindi vi chiedo di aggiungere se;
a) desiderate ricevere della cioccolata Svizzera, oppure
b) un anello fatto appositamente per voi scrivendomi come lo vorreste; la dimensione, i colori preferiti, fiori o non fiori, fatina o fatine, brillantini o non brillantini o se eventualmente ne avete già visto uno che vi piace sul mio blog o sul mio set "anelli" su Flickr...
Insomma, come sarebbe l'anello bislacco dei vostri sogni. Io lo realizzerò per il/la vincitore/trice con le mie manine!
Sono una FataSleale??? Si, un po' lo so, ma se non ci si diverte tra amici.....
Dai, lasciatemi LA risposta giusta entro sabato 4 aprile, magari con suggerimento su come fare il sorteggio che ogni volta mi ci scervello.....
Buona fortuna Fatonzoli e buon fine settimana!

venerdì 27 marzo 2009

In bianco e nero

Paradossi di primavera! La natura inizia a colorarsi, sbocciano gemme e fiorellini... Ed io che faccio? Anelli in bianco e nero.

Qualche giorno fa ho portato diversi anelli in una boutique della mia città, l'AMBARABACICCICOCCÒ (d'altronde non è perfetto per le creazioni Fata Bislacca???) e la venditrice del negozio gemello (che si chiama.... TRE CIVETTE SUL COMÒ, ed in più è vero!) si è innamorata delle mie fatine... Unico problema; a lei non piacciono i colori!
Ed ecco la fatina in bianco e nero su ordinazione. A me piace molto e spero che piacerà anche a lei!
Io non ho resistito... L'ho fotografata in mezzo a fiori e colori a più non posso....... e persino al bagno...!

Bene, sembra semplice fare un anello in bianco e nero, ma vi voglio mostrare le foto che ho fatto ad altri due anelli ancora a crudo. Purtroppo dal mio blog raramente si riescono ad ingrandire le fotografie (non so perché) ma vi assicuro che il nero "stinge" moltissimo sul bianco che risulta grigiastro, sporco e l'insieme risulta ben poco elegante.
Per questo è necessario passare ogni pezzo, bagnato con acqua e sapone, con carta abrasiva finissima, di quella che si trova solo dai carrozzieri particolarmente gentili! Tutta l'operazione dura fino a 15-20 minuti a pezzo; prima con carta del 600, poi dell'800 ed infine del 1200... Alla fine i polpastrelli delle dita sono tipo quelli che avevo da bambina la domenica quando mamma ci dimenticava nella vasca da bagno calda....

Ma questo è il risultato;Il bianco è di nuovo bianco ma il pezzo è ancora più ruvido di quanto lo sia normalmente LA fimo.

Quindi altri 10-15 minuti con la Dremel, che è un attrezzo simile a un trapano ma molto meno potente e più ricco di piccoli accessori che servono per fare piccoli lavori: incidere, tagliare, bucare, levigare, lucidare, ecc. . Io passo il tutto prima con i dischetti in pelle di daino ed in seguito con quelli in feltro. Il risultato:Bella differenza vero??? Certo le mani, la faccia e tutto quello che c'è intorno si sporca miseramente (qui la foto della mia mano, sembra incredibile), ma ne vale assolutamente la pena! O no??? Luccicante e liscio liscio, talmente liscio che poi basta ogni tanto insaponarlo e strofinarlo un pochino prima sotto l'acqua e con un panno o sui jeans dopo, e torna proprio come nuovo!

Ecco qua le mie dissertazioni in bianco e nero, ora mi faccio un giretto in giardino prima che faccia buio per ricaricarmi di colori!!!

Buon inizio-fine-settimana cari Fatonzoli!!!

giovedì 26 marzo 2009

Due saltelli in giardino

Neanche Cappuccetto Rosso resiste ad un giretto in giardino per annusare i fiorellini che stanno sbocciando... Fiorellino in stoffa dai tutorial segnalati dalla nostra Elena Fiore (Decor e blablabla)
Meno male che Lupo Lupone non era in giro oggi!

Bacini bacetti a tutti e non dimenticate di prendere le vitamine e depurare il fegato!!! Buona primavera!

ultim'ora; ho trovato un video di una delle trasmissioni cult della mia infanzia.... Lupo Lupone, cappuccetto a pois ed il mitico funghetto Saverio!

mercoledì 25 marzo 2009

Dedicato a Mina, un po' fata ed un po' diavoletta carina!

Ogni Fata ha la sua apprendista, lo sapevate??? La mia viene chiamata Mina o "gattina violetta" ed ha sei anni. Si tratta della figlia di Ilaria, la mia cara amica Ilaria, conosciuta tramite il web ed incontrata finalmente a dicembre scorso quando venne a trovarci per passare il Capodanno con tutta la sua famiglia.


Mina era curiosa di conoscere una fata, ed anche se le avevo preannunciato che ero una fata un po' particolare lei ha deciso che "mi voleva pene"... Non vi dico l'ilarità di me ed Ila quando scrisse quella frase in chat....

Nei giorni in cui sono stati qui Mina è stata un tesoro, insieme abbiamo costruito le nostre bacchette magiche e provato incantesimi di ogni genere...
Settimana scorsa la piccina si è ammalata, ed allora la "fata madrina" pensa, come potrei farla sorridere??? Avevo visto le meraviglie create da Ila sul suo album di Flickr (pannolenci), tra cui la spilla "Devil Mina"E così mi son detta "perché non creare delle murrine con il faccino della piccola per inviargliele affinché giochi con la mamma"??? Dovete sapere che Mina ha una manualità straordinaria; ha preso tutto da sua madre!

Inoltre avevo pensato farne un tutorial. Da tempo alcune di voi mi chiedono come si realizzano le faccine ed io (oh fata sventata) mi son detta che queste forse erano più semplici da realizzare dato che non avevano tratti elaborati (pupille, labbra ecc)... Nulla di più falso!!! Non avete idea della difficoltà nel mantenere il lavoro proporzionato e simmetrico...Dovrete aspettare ancora, non oso propinarvi la spiegazione, anche perché se non lo avete mai fatto prima sarà davvero molto complicato realizzarlo ed io non voglio assumermi questa responsabilità....Qui il misero risultato di 6 ore di lavoro intenso..... Da non credere che solo per la perlina piccolina, per non sformare l'espressione e l'allineamento degli occhi, ci ho messo circa un'ora .... Poi le guancette... e quella bella sfumatura rosa sopra il nasino che invece nella murrina risulta piuttosto come un pugno in faccia (Ila, la dovrai coprire con un po' di fimo color pelle....).Ma ecco il frutto di tanto lavoro.... Il sacchettino profumato alla Lavanda, Devil Mina!!!!

Che dire? Molto rumore per nulla!?!

Minetta, spero tu sia guarita bene.... Ila; Relax!!!!

Ed a tutti voi: NON FATELO A CASA VOSTRA!!!!

Vi lascio con una camelia del nostro giardino!!!!

Buona giornata a tutti, e grazie per le vostre visite ed i vostri commenti!

venerdì 20 marzo 2009

Pinky

Ecco un altro post dei miei, di quelli dove non si capisce dove voglio andare a parare e parlo un po' di tutto... Unico filo conduttore; il rosa!
Ieri S. Giuseppe e nel Canton Ticino, dove viviamo, era festa e di conseguenza oggi in molti hanno fatto il "ponte"; risultato... Completo spaesamento, non so più che giorno è, mi sembra sabato... ma ieri mi sembrava domenica.... e allora cos'è: lunedì???
Insomma, sono un po' sottosopra già di mio (tanto aspettavo la primavera, tanto ora sono sfasata e bislacca più che mai) ma oggi proprio mi sento rivoltata come un calzino (fuchsia).
E allora oggi il mio Fato non ha lavorato e siamo stati un po' a zonzo (non metto il suo link perché non aggiorna da una vita e mica se lo merita, tra poco, ultimo avvertimento, scatta il "premio morti di noia"!). Piccolo shopping primaverile; un nuovo annaffiatoio molto "fata bislacca" per le mie amate orchidee. Non è delizioso?

E qui invece una bella sorpresa in posta, sono arrivati i miei "cataloghi". Questa è una chicca perché ve li consiglio caldamente;
Copertina in plastica rigida trasparente, carta patinata, la possibilità di scegliere diversi formati e quantità di pagine. Un semplice e completo programma "free" per creare il proprio album fotografico o catalogo e poi ordinarlo "on-line".

La Ifolor dà molteplici possibilità, tutte da scoprire. Io (per il momento) ho scelto due album fotografici , uno A5 orizzontale e l'altro A6 orizzontale; l'easy book . È possibile caricare 24, 36 o 48 pagine per un massimo di 48, 72 o 96 fotografie.Il prezzo??? Accessibile (il piccolo circa 12 euro e quello A5 circa 18) e consegna nel giro di pochi giorni. Io sono contentissima e posso solo consigliarvelo!

Ecco, dopo il consiglio del giorno vi mostro alcune creaturine di fata bislacca... Per primi due anellini, più piccoli delle mie solite dimensioni, questi sono circa 4 cm di lunghezza per 2 di larghezza.Non sembrano due lumachine che si seguono nella verdura???

Per terminare vi presento i gri-gri PinkieFamily! L'avete riconosciuta??? È la FatinaPinkie del mio loghino "I am Swiss"! Personalmente mi piace moltissimo con questa sua faccina un po' storticcina che sembra un po' stupita, come se fosse capitata qui per caso... No fatina, nulla accade per caso!!!

Poi c'è Pinkie-mignon con questa faccina un po' divertita ed un po' imbarazzata (lo sa solo lui quale burla ha combinato), adatto sia come ciondolo (8,2 cm) che come gioiello da borsa o portachiavi.

Ed alla fine non poteva mancare Mini-Pinkie (7,5 cm), furbetto e sornione come un bimbetto che vuole farsi prendere in braccio.

Penso che abbiate avuto tutti la vostra dose di "PINK" per il fine settimana...
Se no basta chiedere, lo sapete che ho sempre un asso rosa nella manica, no???
Buon inizio-fine-settimana cari amici che mi fate visita nel mio salottino, vi lascio un tè verde con i frutti di bosco e bacche, ne gradite una bella tazzina fumante???

mercoledì 18 marzo 2009

IL CARPACCIO BISLACCO

Fate e Streghe, da sempre, si sa, sono amiche. Io in particolare ho una cara amica blogger, Susina Strega del tè, che ho anche avuto il piacere di conoscere di persona.
Susina ha un blog al quale mi ispiro spesso prima di cucinare e devo dire che non me ne sono mai pentita.
Questa volta sono io che con un mio post rispondo ad una sua richiesta di pubblicare una ricetta di insalata per la sua raccolta...
Ho aspettato a lungo per farlo, anche perché in inverno non si trovano tante verdure di stagione... Sabato finalmente sono andata a rifornirmi da mia cugina, che ha un negozio di prodotti biologici della regione, e con un buono regalo ancora di Natalen ho finalmente fatto il prezioso (ma gustoso) acquisto dell'occorrente per:

IL CARPACCIO DI VERDURE DI FATA BISLACCA

OCCORRENTE (per due persone super-abbondante):

-2 piccoli finocchi crudi

-1 barbabietola cruda

-carote

-champignons di Parigi

(ma ottima la rapa cruda, zucchine crude, peperoni, qualsiasi verdura fresca e croccante di stagione)

-1 limone

-basilico, prezzemolo ed erbette di stagione

-olio extra-vergine d'oliva, sale, pepe q.b.

100 grammi di Sbrinz (o Grana o Parmigiano Reggiano)

PREPARAZIONE:

Sbucciate le verdure ed affettatele con il pelapatate il più finemente possibile.

Tritate finemente le erbette ed emulsionatele con l'olio d'oliva, sale e pepe. Alla fine aggiungete anche il succo del limone e sbattete ancora con una forchetta.

Affettate con il pelapatate il formaggio e lo posate sulle verdure ed in seguito versate la salsina sul tutto!

Io ieri ci ho aggiunto dei gamberetti che avevo fatto marinare con del curry tailandese ed un po' di olio. Li ho fatti soffriggere brevemente e li ho "spenti" con il resto del succo di limone. Poi li ho semplicemente "appoggiati" sul carpaccio per aggiungere un po' di "sostanza".

Semplice, gustoso, fresco, d'effetto e realizzabile in ogni stagione (mai nessuno, al primo colpo, capisce che c'è la barbabietola e si stupiscono del sapore dolce della carne... divertente!)!!! Sazia con poche calorie e, di solito, una volta proposto agli amici poi la richiedono ad ogni invito!

Va bene streghetta???
Ed a tutti voi; BUON APPETITO! A presto con nuove cosette non commestibili....

lunedì 16 marzo 2009

Auto-costumizzazioni

Presa dalla foga di customizzare, ho deciso di iniziare ad auto-costomizzarmi, cioè smontare delle mie creazioni e rifarne qualcosa di diverso.Ho iniziato dalla mia spilla Fiona che avevo fatto ad ottobre. Una mia "lettrice silenziosa" l'ha vista e le è piaciuta e mi ha chiesto se fosse possibile farne una collana! Come no, senza impegno, a me le sfide piacciono! E così appena ho avuto un po' di tempo ho costruito un corpo per la faccina Fiona ed ho fatto altri pezzi in fimo e stoffa simili alla spilla. Tenaglie e tronchesine ho tagliato gli schiaccini ed ho sfilato tutti i pezzi. Ho acquistato un cordoncino viola e dell'organza lilla, preso in mano le mie scatole magiche, la mia bacchetta et; voilà!!! Perle iridescenti, filati verde palude e viola ematoma ed ecco la mostruosa collana Fiona tutta nuova nuova!!!!E poi il portachiavi del mio Fato, glielo avevo fatto questa estate, enorme in modo che gli penzolasse dalla tasca e fosse sempre accessibile. Si sa, lui lavora sui cantieri, nei giardini, in luoghi sporchissimi ed aveva ridotto molto male il portachiavi e lo aveva addirittura "sbeccato". Aveva addirittura scelto una faccina da appendere al suo nuovo portachiavi...E invece io ho provato a lavarlo ed a lisciare con la carta vetrata il pezzettino che era staccato... ed il risultato: perfetto; come nuovo!
Ho attaccato la faccina che piaceva a Iggy al buco dove prima passava il cordoncino...
Non paga del risultato gli ho aggiunto un paio di manine per aiutarlo nei suoi mille lavori e gli ho ancora dato una lisciata con la Dremel con dischetti di feltro e Daino....
... E da oggi è di nuovo attaccato al suo "grappolo" di chiavi...
A noi fa allegria, anche perché è molto grande e buffa, e di sicuro è difficile non trovare le chiavi in tasca!


E qui una nota per le mie amiche "fimettiste", provate la Dremel, è maggikka!!! Riuscirete a lisciare la fimo in modo meraviglioso, non ci sarà più bisogno di lacche varie e basta un po' d'acqua e sapone per farle tornare lucenti e splendenti come nuove e vetrificate!!!Certo è un lavoro lunghissimo e sporchevole, e non poco!!!! Non è un belvedere, ma io mi metto la mascherina, la cuffietta da doccia, il grembiule e gli occhiali (vi risparmio la foto!)... E poi dritta sotto la doccia.... Ma ne vale la pena!!! Dite, la mia mano non assomiglia a quella di Schrek???
Ma per salutarvi vi faccio CIAO-CIAO con una manina più carina, tanto per non lasciarvi con l'immagine raccapricciante della mia mano simil-dinosauro....
Buona serata a tutti!!!
BYE-BYE BABYS!!!

domenica 15 marzo 2009

Ascona, uscita primaverile appena oltre lo zerbino di casa!

Finalmente l'aria si fa frizzantina, al risveglio si sentono gli uccellini che nel nostro piccolo boschetto di bambù cinguettano all'impazzata dandosi le consegne per la giornata. Il sole filtra dalla finestra del bagno proiettando l'ombra delle piante sul pavimento di parquet bianco.
Fuori dalla porta-finestra della camera da letto la mimosa sta finalmente fiorendo, ed inonda il giardino e la casa con il suo delizioso profumo, ed in fondo al giardino da qualche giorno anche la prima Camelia sta fiorendo. Che gioia!
Purtroppo ieri mattina il mio Fato ha dovuto lavorare, e ne ho approfittato anche io per portare avanti diversi lavori, ma diamine, il pomeriggio chi poteva rimanere chiuso in casa con questo tempo tanto invitante???

E allora, dato che viviamo in un posto turistico e bellissimo, cosa meglio che fare i turisti a casa propria?
Tempo 7 minuti ed eccoci ad Ascona, meta ambita prediletta del turismo internazionale e nazionale in genere e di quello tedesco in particolare, un tempo terra d'arte che precorreva i tempi...
Tanto per essere espliciti, Ascona è in Svizzera, seppur a pochissimi chilometri dall'Italia!
Qui una foto d'epoca di Marianne Werefkin, grande artista Russa che molto ha dato alla vita artistica e culturale della Ascona dei primi '900 (cliccando qui accedete alla ricerca immagini, per chi ama la pittura e l'espressionismo potrà essere una magnifica scoperta!).

Più di 20 anni fa, conclusi i miei studi d'arte lavorai per un certo periodo presso il Museo Comunale d'Arte Moderna di Ascona, per pochi soldi e con la qualifica di "custode", ma era meraviglioso ogni giorno (fine settimana compresi) essere a contatto con opere della Werefkin, di Javlensky, di Paul Klee e molti altri grandi.

Amo il lungolago di Ascona, i suoi platani, le montagne tutto intorno. Da adolescente spesso prendevo i miei libri di studio e scendevo sulle pietre sotto il marciapiede, a filo d'acqua, e studiavo li, circondata da ochette e cigni, al riparo dalla vista dei turisti che passeggiavano ammirando il paesaggio e gustandosi un gelato.E poi ho scoperto che l'anima delle mie fatine ama intrufolarsi nelle cavità dei platani per nascondersi alla vista dei più, o magari ci vanno per fare altri incontri con creature elementali quali gnomi e folletti.
Volgendo lo sguardo dall'altra parte della piazza ecco una curiosa finestra, un tripudio di fiori finti ed una presa elettrica... A cosa servirà, li al secondo piano?E poi, il primo gelato della stagione, cioccolato e pistacchio perché quello alla menta, che io adoro, qui è pressoché introvabile... Il gusto di passaggiare sentendolo colare appiccicoso sulle dita, mentre guardiamo le vetrine che espongono capi ed articoli dai prezzi inacessibili, felici con poco, con l'atmosfera di vacanza, con il soprabito troppo pesante, con la consapevolezza di vivere in un posto meraviglioso....E poi d'obbligo; trovare una fontanella per ripulire lo scempio di gelato colato su mani e viso prima di prendere un salasso per pagare l'autosilo... Eh si, stiamo in un paese da ricchi, e quello che non abbiamo speso nelle boutiques del borgo ora ci tocca pagarlo per poter pagare il riscatto per ritirare la nostra automobile....

Due ore di sole, di aria, di spensieratezza, a godere della nostra presenza reciproca, osservare i passanti, fare progetti per la spesa del fine settimana e sognare sulle prossime "gite fuori casa"; tutto questo non ha prezzo e ricarica il cuore ed il corpo!

E voi, avete già iniziato a godervi la primavera??? Buona domenica, godetevela qualsiasi cosa stiate facendo; io torno alle mie fatine ed altre amenità con cuore gioioso!

venerdì 13 marzo 2009

Fatine Gri-Gri: Second Life

Incredibile, ho ricevuto altre notizie da una mia Fatina Gri-Gri espatriata... La Fata della Creatività che ora si gode i primi raggi di sole spaparanzata sulla spiaggia dei sogni a Pescara, dalla mia amica Roberta! Come vorrei essere al suo posto........Incredibile come una volta uscite di casa Bislacchi le fatine poi vivano esistenze proprie, intrecciano relazioni, hanno grandi emozioni, viaggiano e fanno nuovi stimolanti incontri.

Ho notizie della Fata Sele che addirittura dispensa consigli a studenti universitari dalla cattedra di psicologia e va alle mostre d'arte e si da un sacco di arie.

Poi ci sono i Gri-Gri mignon "Principe Ranocchio" e "Fata Fiorellone" di Cate e Pino che vanno in giro per locali trendy Romani in cerca di dolciumi e dolcezze...
... E poi la "Gri-Gri con le Crocchie" che è finita tra le sgrinfie della Barbie di Sofia, la bimba di Scarpette Rosse...
Poi ci sono le fatine che mi scrivono le mail di nascosto, e la "Fatina Catharina" che mi manda le lettere ancora "alla vecchia maniera" con busta e francobollo, per raccontarmi quanto sta bene con il piccolo Luca!

Per non dimenticare la FatinaCinesina che addirittura è stata montata su una collana da Stefania, che l'ha messa in compagnia di FatinaMargherita, al quale ha aggiunto un corpo a mela... Chissà quante se ne raccontano quando vanno a spasso con lei a Pesaro! Sarà un gran "ciaccolare" nella lingua segreta delle fatine bislacche!

Ora sono proprio curiosa, qualcun'altro ha notizie o fotografie della "second life" delle fatine in giro per il mondo????

Intanto grazie a tutti voi che me ne avete dato notizie, perché le fatine sò pezz'e coore!!!!