domenica 2 agosto 2009

AGOSTO e velleità patriottiche

Ed io vi facevo mancare il mio augurio di buon Agosto???

E allora ecco a voi, il solito dettaglio del mio foulard dipinto su seta nel 1993 (fate voi il calcolo)

Il tema del mese; allegri pranzi campestri tra amici!
E così mi aggancio al tema per fare un po' del mio blablabla bislacco e sconclusionato. Come vi ho già raccontato, ieri qui in Svizzera era festa nazionale, ed allora presa da un rigurgito di orgoglio patriottico sono andata nel mio villaggio di origine a mangiare la polentata.
Miei compagni di viaggio, il mio Fato, il mio babbo e le mie fatine festanti!

Confesso che erano diversi anni che non salivo, deterrenti le molte e molte curve, la strada stretta ed i burroni ai bordi.... Ma arrivati su; ;che meraviglia. Quanti ricordi e sensazioni. Come vorrei poter raccontare alla bambina nostalgica che passava le sue estati nella stalla riattata cosa sarebbe stato della sua vita! Sono certa che sarebbe stata felice ed avrebbe trovato un senso più serenamente al suo costruire cerchi per le fate nel bosco, alle sue prove di volo su scopa con atterraggio tra le ortiche, ai lunghi pomeriggi a disegnare guardando il panorama a valle struggendosi di nostalgia per casa....


Ma bando alle nostalgie, ieri siamo stati al mitico Palazign, ospiti di Franco e Luky, i simpaticissimi gestori.

Entrata del Palazign

che ospita regolarmente opere degli artisti locali

tra cui diverse opere di mio padre; Lino Carlo Candolfi.

Di fronte, nella piazza, i tendoni allestiti per la festa del paese. Il cielo coperto, il clima fresco e gradevole.
Sotto il tendone i cuochi che si davano un gran da fare a preparare polenta, cotechino e tagliare stracchino bello stagionato. Ovvio, da buona patriota ho trangugiato tutto il pantagruelico pasto, ben annaffiato da Merlot Ticinese tagliato con gazzosa...

Ma ho pensato anche a voi, ed allora per smaltire il tutto sono andata in cerca di una bucalettere...
... ma non una bucalettere comune, ma che rappresentasse lo spirito che mi animava ieri. E tu guarda! Trovo una bucalettere con lo stemma Ticinese, il mio Cantone!!!

Ed allora eccovi la mia cartolina da Comologno!
O magari vi piace di più questa? Si tratta della vista che si gode guardando verso valle...

... guardando da qui, il terrazzo del Palazign

E vedete un po' cosa sono riuscita a scovare; una meravigliosa donna con un cappellino completamente farcito di funghetti... Ho adorato!

Piccola passeggiata fino alla chiesa dove sono stata battezzata (immaginate la faccia del parroco quando ha dovuto assognarmi il mio nome di battesimo; Fata Bislacca!!!!). Non avevo mai notato questa bellissima pietra tombale nel pavimento all'entrata della chiesa.... A questo proposito vi riporto una frase letta su una tomba tempo fa
IO ERO CIÒ CHE SEI
TU SARAI CIÒ CHE SONO!
Ed appunto, ecco il carrettino funebre del mio paesino abbarbicato tra le montagne...

ma siccome Tanatos va sempre a braccetto con Eros: eccovi qualche dettaglio del grande murales sulla scuola comunale. Cosa c'è scritto??? Non solo siamo un popolo neutrale; ma pure molto molto amorevole! (?!?)

Ma eccola, tutti la stavate aspettando; la GRI-GRI del giorno; "FataMadrePerlina" perché il suo sfondo è color madreperla (che originalità!). Lo so che l'avete già notata mentre cucina in piazza e sulla cartolina da Comologno

Ma dopo tutta quella fatica trovo che si meritasse anche un posto d'onore in coda a questo post!!! O no?
Però non chiuderò così, vi lascio un delirante video di una canzone che amo molto, ripresa da non so chi e non so dove... Ma l'atmosfera surreale è quella di tutte le feste di paese (confesso che anche ieri mi ci sono "lasciata andare" con sottofondo di fisarmonica)... QUI il testo se volete fare a mò di karaoke elvetico...



... Ecco, dopo questo "colpo basso" vi lascio davvero. Ci siete ancora? Buona domenica Fatonzoli cari, allegri complici delle mie stupidatine!

17 commenti:

La Bohemien ha detto...

Buon agosto anche a te Bisluzzé....quel foulard è una meraviglia, che lavorone, mi chiedo quanto hai mpiegato per realizarlo!!!! Che belle le vostre gite, una meraviglia come sempre, noi le facevamo spesso quando Gaetano stava a Vipiteno ed io andavo a trovarlo, che posti meravigliosi....incantevoli, magici, è normale che tu facessi quei giochi da bambina!!!
Quel cappellino? O_O un favola, e correggimi se sbaglio, quella donna ha un che di anni '50!!!!!
Ma di la verità, nell'undicesima foto, quella bionda che guarda il panorama dala terrazza del Palazign, sei te?
Il carretto è mitico, la tomba, vabbé...com'è che con tutte ste fate e folletti abbiamo anche questo gusto per le cose un pò macabre?? Mitica la citazione "Io ero ciò che sei, tu sarai ciò che sono"
Domanda....ma come mai nella scuola comunale c'è scritto AMORE in italiano? Si parla in italiano comunemente li da te?? erché a Vipiteno se parli in italiano fanno fnta di non capire.... >_< fra loro parlano sempre in tedesco!!!
La gri gri è stupena, ma che e lo dico a fare? Non è mica una novità!!!!!
Smuack ^^
La canzone è bella, peccato non abbiano la musica :(

elitebirdfly ha detto...

Hai tutta la stoffa per iniziare a scrivere un libro sulla tua vita e sulle tue gri-gri, un po' serio, un po' ironico, mettere insieme le due cose sarebbe interessantissimo. Io comincio a conoscerti pianpianino, i tuoi racconti sono curiosi e fluidi, affatto noiosi, e' un piacere leggerti...complimenti per i tuoi post, magari te li hanno gia' fatti in tanti, ma io lo dico comunque, non e' mai abbastanza dire quello che si pensa. Bacio. Elisa.

Miriam ha detto...

Ciao....Fata-mangiona-simpaticona-amicona!!! Vedo che ieri ha fatto onore al tuo senso patriottico per la tua amata Svizzera! Ma che faccio con te ora la persona seria o....Cavolo che voglia di partire all'avventura per boschi e vallate verdi...a stra-mangiare, amo le poelnte in tutti i modi, e pazienza per lalinea...almeno dalle tue parti non c'è l'incubo della "prova bikini"...Sigh! io assimilo anche l'aria! Mi fai ricordare i tempi trascorsi a Bressanone anni fa, per un corso di aggiornamento...Dio mio i dolci, i cioccolati, le polente...
Ma adesso rientro in me...complimenti per il servizio fotografico, ma il carretto funebre, sì carino, per carità e vabbè che siamo polvere(o cenere?) e polvere ritorneremo...ma forse era meglio postarlo a novembre per la ricorrenza dei morti...(Oh, guarda che sto scherzando, eh!). Complimenti ai signori cantori, mi sa che l'unico sobrio è quello che canta stando in piedi, o no?
Però che bello e che bravi, questo è il segreto per star benee divertirsi, stare insieme con semplicità!
Ps: scusa...ma quant'ho scritto? Cancello o...? Boh! Adesso decido...

Vania e Paolo ha detto...

Eccomi qui a respirare il tuo agosto...io sono in pieno tour lavorativo :(...ma finirà...conto ormai alla rovescia...:))
Il foulard...è un sogno e allora a presto..presto !!!:))
Vania

Rory's Bijoux ha detto...

Meraviglioso paesaggio cara fatina!, ultimamente è il mio sogno poter trascorrere un intera giornata (al fresco) e tra paesaggi simili.....potrò mai realizzarlo?, chissà!.
La grì grì è uno splendore (anche le precedenti).
Felice domenica a te mia cara! un grande e freschissimo abbraccio!.

Tibisay ha detto...

Leggendo il tuo post... che nostalgia delle montagne... non ci vado più da tanto tempo, soprattutto "a causa" del lavoro del marito... che voglia di andarci... e di gustare tutte le cose buone che hai menzionato. Si, anche sulle montagne del Friuli si mangia "pesantuccio".
E la tua gri gri che carina!!!
Ma lo sai che anche io dipingo su seta? Ihhihihihih...

nina ha detto...

Briosa, poetica, nostalgica, al punto giusto. Mi godo le meravigliose creazioni. Nel post in cui spiegavi la nascita delle fate mi sono sentita male. Ogni tecnica ha i suoi sfinimenti, e naturalmente dietro tanta perfezione non può che esserci un lavoro lungo ed estenuante, e per questo ancor più gratificante. Buon agosto, profumato e allegro

zigzago ha detto...

Ma sei matta??? All'inizio di questo post ci fai fare subito i "calcoli (ma sai qui che caldo che fa?), poi ci parli di montagne, feste paesane e "polenta con cotechino" (ma lo sai qui che caldo che fa!), ... mi vuoi fare morire d'invidia??? ... a me che adoro la montagna, i paesini di montagna, le curve in montagna, ... e anche la polenta! Sono stata "importata" in Italia parecchi anni fa, abito in Abruzzo da parecchi anni, ... ma mio marito è Bergamasco e quindi non mi puoi parlare di POLENTA! Qui all'ordine del giorno ogni domenica in inverno, ... e adessso (non sai che caldo fa qui???) come me la tolgo della testa la polenta???
Meno male che mi hai presentata la "gri-gri del giorno!
... e adesso che faccio, ... penso alla montagna, il fresco e ... la polenta! ... tutto per colpa tua!!!
Visto che è domenica sera ti auguro una buona settimana! Bacione, Renata.

Perline e bottoni ha detto...

A leggere il tuo post mi veniva da sgranare gli occhi. Polenta?! Io sono stata tutto il giorno in spiaggia con 40° all'ombra, con i gelati che clavano sulle mani per il troppo caldo e tu mangiavi polenta?! Lo scenario è incantevole, ma io, animale a sangue caldo apprezzo più l'afa. I tuoi racconti poi si fanno sempre più avvincenti. A domani, allora

bipbip ha detto...

Carissima Fata, bella la gita al paesello in un giorno di festa!!! Anche io sono andata in un posto del cuore a raccogliere lavanda...con il mio maritino del cuore abbiamo anche festeggiato il nostro anniversario di matrimonio e ci siamo sposati il primo d'agosto...quindi facciamo festa insieme a tutti i nostri amici svizzeri!!! A proposito sempre belli i fuochi d'artificio...quello a forma di fatina era il tuo, vero?? Bacioni!!

Blogger ha detto...

Che bei posti!
Buone vacanze - io non parto, sto qui, continuerò a scrivere credo.
Blogger

cicoria ha detto...

Mi è sembrato di fare la gitarella con te :)) Che bello il cappellino della signora!
Ma il carretto funebre lo usano ancora?

bombamagagna ha detto...

che bella sensazione dà leggere i tuoi post :)

..scusa la latitanza, ma imprevisti, varie ed eventuali mi rimandano ancora "l'incontro" :(

baci8 ;)

Désirée ha detto...

Ahhhhhhhhh, ma allora l'arte è roba di famiglia?!?!
Che meravigliosi paesaggi, appena mia mamma passa di qui impazzisce, lei è decisamente tipa da montagna!!! :)

Rosalba ha detto...

eccomi, eccomi...mamma mia!!!
che posti meravigliosi...ma Fata che atmosfera bellissima!!! che emozioni solo a guardare le foto...
ha ragione mia figlia...sono un'isolana circondata dal mare ma, in una antecedente vita, dovevo essere una montanara...giuro!!!

Ketty ha detto...

Ma quali "stupidatine"? Giuro che ho letto tutto d'un fiato e con un pizzico di sana invidia. Che posti meravigliosi, adoro la montagna, i boschi... Però ci sono cose che non si dovrebbero fare: come hai potuto mandare a lavorare la tua neonata fatina proprio in un giorno di festa nazionale???? E no, non si fa!!! ;-)

Cialla ha detto...

Ahhhhh ma allora l'arte è nel tuo dna!! fortunatamente leggo solo adesso e così il frescolino che ispira il tuo post non mi fa invidia perchè oggi nuvole e pioggia sono arrivati anche qui, e mi scuseranno i vacanzieri ma io l'attendevo proprio 'sta manna dal cielo!!! :)))))))))) speriamo che sia così anche domani, tanto poi lo so che torna il sole.....
Alessandra