venerdì 20 febbraio 2009

Fragole a Nemi?

Sabato scorso ultimo giorno di vacanze romane, finalmente abbiamo incontrato Pino e Cate!

Scusate; mi sto scompisciando, sono appena passata da Cate a copiarmi il link ed ho trovato il suo post dedicato al nostro incontro... Ma che ridere!!!! Ma capirete più in là....

Da bravi provincialotti svizzerotti (Heidi, le caprette, la cioccolata ed i cucù ci hanno rintronati) se prendiamo appuntamento a mezzogiorno noi intendiamo mezzogiorno, le 12 A.M. E così, nonostante i piedi ormai con le stigmati e coperti di strati a non finire di indumenti per ripararci dal vento gelido, alle 11 (saltando la colazione) ci avviamo in direzione Colosseo per incontrare finalmente i nostri amici.

La nostra fermata del bus è Davanti al Vittoriano. Dò un'occhiata alla cartina e dico "tagliamo per di qua... Siii..... Su per la scalinata e poi si taglia di qua...." Non fosse che non c'è sbocco...

Il Colosseo, sembra vicinissimo; invece a Roma, credetemi, tutto è lontano!
"Vabbè, giriamo giù di qua, per di là, sull'asfalto, tra i turisti, oddio come è tardi.... "

E intanto ci incantiamo a guardare dall'alto i fori romani... E nella mia fantasia immagino la vita a quell'epoca grandiosa e spietata....Alzando il naso..... Maestosi soffitti... Nulla era lasciato al caso, la grandiosità come pubblicità dell'epoca del proprio potere...

Ma corri e fai slalom tra centurioni e lattine di Guinness viventi che propongono di fare una foto per la modica cifra di 10 euro, riusciamo ad arrivare alla fermata del metrò del Colosseo ben 5 minuti in anticipo... Il tempo di sincerarci che sia quella giusta e già mi guardo in giro se riesco a scorgere una coppia, lei con "Mastrota in Love" al collo e lui di sicuro con un apparecchio fotografico. Alle 12 in punto squilla il cellulare, "stiamo posteggiando, due minuti e siamo da voi...". E li mi torna in mente la "famosa" puntualità dei romani, e mi dico, che bello, un'eccezione... Ma il mio pensiero viene sbugiardato 35 minuti dopo, quando finalmente arrivano!!! Cate raggiante e sorridentissima mi prende sottobraccio (e mi lascerà solo circa 8 ore dopo) e ci incamminiamo (sigh e sob) come se ci conoscessimo da una vita chiacchierando a tutto spiano!

A noi piacerebbe visitare i fori romani, ne ho un bellissimo ricordo, ma dopo tappa al bar per "bisognini fatati" ed un delizioso succo di fragole (miaaaammmm, grazie Pino per avermi aspettata!) ci incamminiamo per andare a visitarli. Ma a Roma tutto quello che sembra vicino non lo è affatto. Arriviamo per fare il biglietto d'entrata e... ORRORE, fila lunghissima... Poco male, tanto abbiamo fame e mal di piedi, e chi ha voglia ancora di camminare... E allora che facciamo? Camminiamo e chiacchieriamo!!! Assistiamo pure a foto di matrimonio gri-gri (qui quelli di Cate e Pino).

Cate, scoperto che adoro le fragole comincia a tempestare Pino dicendo, dopo andiamo a Nemi a mangiare le fragoline di bosco, io comincio a produrre succhi gastrici, Pino dice non se ne parla, saranno congelate e Iggy sorride sornione godendosi la scena... E camminiamo e guardiamo cose vecchie e rotte (i fori n.d.r) chiacchierando chiacchierando chiacchierando (almeno le due Caty/Cate/Cathy o come diavolo ci chiamano)....Fameeeee!!! Ebbene no, si sale sul Vittoriano... Oddio, un vento, o meglio filippina o filippica gelido, che si infila ovunque, in ogni pertugio degli indumenti. Per fortuna chiacchieriamo ed il male ai piedi mi distrae... Ma la vista dall'alto... Impagabile!!! Qui la foto che ha fatto Igor, io gli ho detto "segui il maestro e fa tutto quello che fa lui"... La foto è carina, ma Pino è Pino!!!!

Si scende e finalmente si cerca seriamente un posto per pranzare (saranno le 14.30 ormai). Ordiniamo, Igor si prende la famosa e tanto agognata "coda alla vaccinara". Errore !!! Nell'osteria di lusso nella quale ci siamo rifugiati devono tenerci molto ai cibi freschi ed hanno sicuramente mandato qualcuno a fare la mazza per procurarsi la famosa coda per la ricetta... E così 45 minuti dopo e tante risate e "freddure" finalmente ci servono le nostre pietanze sulle quali ci avventiamo affamatissimi... Per il caffè??? Rimandiamo, caso mai vadano a raccoglierlo in Colombia e poi vengano fatti prigionieri.....

Cate propone di fare un giro in automobile ed andare a berlo altrove, con una coppetta di fragole magari... ... Ottimo! Altri 20 minuti per arrivare alla loro splendida , bellissima, comodissima ma soprattutto calda e confortevole automobile (com'era; tra 2 minuti arriviamo??? Ma come sarebbe mai stato possibile???) e vrumm, via verso nuove avventure!!! Fragole con panna dice Cate, Coppa gelato dell'amicizia dice Pino... Ma tutti d'accordo che ci portano a vedere una stranezza di cui ci avevano parlato Sonia e Giulio la sera prima ; la "salita in discesa" più famosa d'Italia! E così brum-brum e bla-bla passiamo per antiche strade, belle ville e posti meravigliosi in direzione Zona dei Castelli. Ad Ariccia, nota anche per la porchetta (che non abbiamo assaggiato), a sud est di Roma, vicino ad uno splendido lago di origine vulcanica arriviamo ad un anonimo tratto della statale che collega il lago di Albano a Nemi. Inizia la salita e poi Pino accosta e mette in folle l'automobile. E... l'auto per un attimo va in dietro e poi inizia palesemente a risalire.............Tutto vero!!!! A quanto pare non si sa se sia effetto ottico o un fenomeno geomagnetico (pare ci sia chi sostiene vi sia un'astronave sepolta proprio li). Ecco cosa ho trovato in internet.

Nella zona attraversata dalla statale 218, tra il lago di Albano e di Nemi, in direzione Rocca di Papa; al km 11, segnalato da un pilastrino, si raggiunge un dosso, a quota 550 m, dal quale inizia una discesa davvero sconcertante. Qualsiasi oggetto sferico o cilindrico, infatti, risale spontaneamente la pendenza e anche i mezzi di trasporto su ruote risentono della stessa anomalia, accelerando in salita e rallentando in discesa.

E qui ho trovato i video che mostrano il fenomeno! Sarà sciocco, ma a me ha molto impressionato!!! Se avete occasione andate e provate! Questo accade sia in salita che in discesa (si torna indietro...).

Poi di nuovo giro turistico con tante tante interessanti informazioni su Castel Gandolfo, Frascati, Roccaferrata... Dove finalmente ci siamo fermati per il caffè con una montagna di pasticcini mignon... Oh che bello!!! Ma che bello tutto il nostro incontro; unico rammarico non aver potuto comprare la Catarinetta o tricotin alla merceria.... Ma tant'è che saremmo ancora lì io e Cate se ci fossimo impuntate... Managgia alla signora Luisa!!!! Mi sa che la comprerò on line.

Ed è subito sera, i gatti di Pino e Cate di sicuro avranno fame e noi francamente un po' stanchi lo siamo. Così ci riaccompagnano in albergo, ci abbracciamo, sembra quasi un déjà-vu della sera precedente con Sonia e Giulio... Chissà perché non ci sembra di conoscerci solo da poche ore... E poi la certezza che è solo un arrivederci... Grazie carissimi amici, è stato splendido, anche senza fragole a Nemi!!!

E qui il motivo del mio ridere... Il post di oggi di Cate; e la foto di Pino... Un onore per le mie gri-gri mignon essere fotografate da lui, nemmeno Kate Moss potrebbe ambire a tale onore!!!! (oddio, spero che si riesca ad ingrandirla da qui!)

Concludo qui il nostro "diario romano" ringraziando tutti gli amici che abbiamo incontrato e ricordando loro che anche da noi non è malaccio, e se caso mai ci facessero un pensierino saranno sempre i benvenuti, ed anche quelli assenti che per una ragione o per l'altra non siamo riusciti ad incontrare ma che ci hanno dato utili suggerimenti e soprattutto la loro amicizia! Un bacino speciale a te, Barbara, ma che spiacevole serie di malevole coincidenze!!!!


E per rimediare alle nostre "frustrazioni" oggi ci siamo gustati una meravigliosa foresta nera nella nostra pasticceria preferita a Locarno! Dedicata a tutti voi! Buona fine domenica!

18 commenti:

Simo ha detto...

CiaoFata, bentornata!!! Non ero ancora riuscita a passare a salutarti, ho solo letto velocemente questo post...vedo che la vacanza romana è andata bene, sono felice per voi! Appena ho tempo mi leggo con calma tutto il resoconto. Io mi sto' rimettendo in quadro...tra poco saro' di nuovo dei vostri. Ciao, a presto, un bacione. Simo

pino ha detto...

Uff!!! Ma come ve lo devo dire che le fragole di febbraio sono di plastica???...Cmq complimenti per la memoria non hai dimenticato una virgola!!
cià cià!!!
ps
grazie per il maestro e salutami l'allievo!

scarpette rosse ha detto...

fata che ridere, troppo bello il racconto,mi sono divertita troppo
un bacio
Sonia

cate ha detto...

E ci credo che vi siate gustati una buonissima torta al cioccolato!!!!Non solo perchè bravi svizzeri ma perchè per colpa della mia dolce metà non avete potuto gustare quella cosa tipica che non voglio più nominare per scaramanzia,( hai visto mai che la prossima volta ce la facciamo a farci portare a mangiare l'ormai innominato dolce)e quindi niente piatti fragolosi!!!
Che forte che sei fatina,mi sono "ammazzata"dalle risate e mi sono commossa nel ricordare!!!!
Proprio così, hai scoperto che sono una chiacchierona, perdono!!!!Ma da quando ti ho vista è stato colpo di fulmine, ti ho sicuramente conosciuta in un'altra vita, chissà...Naturalmente in questo fine settimana c'è stato un bellissimo sole a Roma mannaggia, quindi arrivederci alla bella stagione...ho già in mente qualcosa eh eh eh..Ora mi mancano le parole, mi sembra di togliere qualcosa al tuo meraviglioso post!
Grazie amici carissimi...
Cate

Rory's Bijoux ha detto...

Racconto a dir poco splendido!! foto meravigliose e sono contenta che vi siate divertiti!, già, è bello conoscersi da poche ore ma conoscersi da sempre (ho reso l'idea vero??) fatina bella prima o poi verrai a far visita me e geisha????!!!..scappo nel lettone bollente fatinuzza! zodo angora dudda dabbata e la gola bi fa balissimo^___^..dolce, dolcissima notte fatuzza!!!.

Maurizio ha detto...

Ma... ma... ma questo non è un post... è una SAGA... cmq... bellissima :-)))
Bentornati Fati
Falco vos salutat

Sara Pacciarella ha detto...

Che racconto lungo ed esilarante!
A leggere di questi fantastici incontri mi dispiace ancora di piu' che non ci siamo potute incontrare :-(
Bella la finta salita/discesa eh?
Anche io quando passo da quelle parti ci faccio sempre una sostarella...troppo forte!
Ciaoooo fataaaazzzzzz, buona settimana e a presto!
Sara.

DRINA ha detto...

Ummamma le risate...vi immagino a zonzo per Roma e dintorni...ma non ho ancora capito se le fragole siete riusciti a mangiarle!!! e poi ragazzi avete scoperto più cose strambe voi di Roma in un weekend di me in 38 anni...ammappate oh ma i miei informatori chi erano i tre della Banda Bassotti???
Baci e buona settimana

elena71 ha detto...

Anzi che ti hanno dato un orario e non un" Ce se vede a' 'na certa!".
Comunque è bello sapere che non sono la sola ritardataria cronica. :*

La pizza rustica l'avete poi assaggiata? E i suppli'?

Fata Bislacca ha detto...

Simo; grande!!! Non vedo l'ora che tu torni raggiante come e più di prima!!! Un abbraccio fatato che tutto cura!!!!

Pino; invece è stagione per mangiarsi un mega coppa di gelato da asporto, vero!?! Grazie per aver colto l'essenza delle gri-gri!!!

Scarpette Rosse; grazie a te per il bellissimo post che hai dedicato all'amicizia; includendovi pure noi! Un grande abbraccio!

Cate; già detto tutto o quasi, in privato... Nooo, non nominiamole più... Mi sa che ci tocca tornare a giugno per farci portare dalla tua dolce metà...
... e io mi sono ammazzata dalle risate con voi!!! Comunque anche per me è stato "colpo di fulmine", solo che io tendo ad ammutolire e a non mangiare (le fragole, appunto!). Ti stringerei forte forte!!! Grazie a voi amici carissimi... Cathy

Rory; si, è proprio così.... Accipicchia, la Sardegna deve essere magnifica e tu una vera stellina.... Comincia a riprenderti, a guarire per bene e tornarci in forma pimpante!!!

Maurizio... Una Triologia, hai visto! Grazie falchetto!!!

Sara Pacciarella; peccatissimo, ma ci rifaremo quando i tempi saranno migliori!!! Ti penso e ti abbraccio!!! Buona settimana creativa a te!

DRINA; no, fragole niente, non si è capito che inzigo Pino??? Si, abbiamo avuto dei ciceroni fantastici, tra Cate, Pino, Sonia e Giulio più tutte le istruzioni dei e delle amici/che bloggers... Una meraviglia. SOS blog funziona alla grande anche per le gite turistiche!!! Maggiccco!!!!

Elena 71; si, infatti, ma non è una scusa sai per ripetere TU l'éxploit della scorsa volta!!!!!! Gallina Cattiva!!! No, né pizza rustica né supplì... Ci rifacciamo testé con una pizza alle patate (blu) che sta cuocendo in forno... Sento un profumino....!!!!

Elisa ha detto...

Simpaticissima Fata Bislacca,
grazie della tua visita al mio blog e dei preziosi consigli...
Ma soprattutto perchè ho scoperto il tuo, e con l'ultimo post mi sono sbellicata!!!
Scherzi a parte, le tue creazioni sono originalissime e buffe ^_^
Buone creazioni!
Elisa

Lidia Luz ha detto...

Sì, questa è una vera e propria saga! (risate)
Baci, caríssima amica!!!
Lascia un commento e il mio affetto nel Signore l'incarico di Ganesha.
Amore,
Lidia

SABINA ha detto...

è stato proprio bello leggerti fata! se me lo permetti me la sto facendo sotto dal ridere (purtroppo dal lavoro non vedo le foto su alcuni blog, mah..)
ora vado sul blog di pino e cate a leggere la loro versione, e colgo l'occasione per conoscerli!

Fata Bislacca ha detto...

Elisa; Grazie a te per la visita e per i complimenti! Torna quando vuoi, sarà un piacere!

Lidia Luz; Ganesha ha riferito, a modo suo, sempre un po' magico! Baci a te e buona guarigione!

Sabina; ma ben tornata!!!! Sapessi invece io il ridere in loro compagnia! Un abbraccione a te!

Anna ha detto...

Cara Fata, sei venuta dalle mie parti???
Ma che occasione ho perso! :-((( Chissà, magari ci siamo pure incrociate in macchina!
Sai che il lago che compare nelle foto del mio blog è proprio il lago di Nemi, il mio piccolo lago, il mio angolo di paradiso?
Un grosso bacio.
Anna.

Mari ha detto...

è un piacere rileggerti! mi metti sempre di boìuon umore! e in questi eriodi difficili, una bella risata mi fa proprio bene al cuore...
un abbraccio!

Fata Bislacca ha detto...

Carissime!!!
Anna; ma daiiiii!!! Il lago di Nemi??? Prossima volta che passo dalle tue parti ci torniamo magari insieme??? È li che hai trovato anche il testo dei Beatles??? Geniale!!! Un grosso bacio anche a te mia cara amica!

Mari; torna quando vuoi, spero che troverai sempre un po' di buonumore da queste parti e sei sempre la benvenuta!!!!

Anna ha detto...

Esatto, cara Fata, proprio il lago di Nemi. E la cosa più incredibile è che la canzone dei Beatles, a distanza di mesi, è ancora lì ed ha resistito a tutte le intemperie.
Ti aspetto!!! ;-)
Un bacio
Anna