domenica 31 agosto 2008

... Se me la portava Susina era meglio!!!

Non c'è storia, le streghe del tè devono cucinare e le fate bislacche; bislaccare!
La prova? A sinistra la torta cupolona "cake al cacao" che mi ha dedicato Susina la strega del tè per la sua vittoria, a destra la mia esecuzione della sua ricetta.... Ho persino dimenticato di fare l'effetto variegato, e per la fretta di fotografarla (per poi poterla assaggiare) non ho messo lo zucchero a velo! Ma che buona!!!!! Qui trovate questa ed altre ricette golose, da Pasticci e deliri di una strega in cucina. p.s. da visitare a stomaco pieno! Grazie Susina!!!!

Colgo questa occasione per farvi notare il mio piatto da presentazione; l'ho comprato 18 anni fa a Barcelona spendendovi praticamente tutto il mio budget per le vacanze... Ma ancora oggi lo uso ogni giorno per qualsiasi cosa; e non si è nemmeno ancora "sbeccato"! Cliccare sull'immagine per credere! Si tratta di disegni di Javier Mariscal, illustratore e designer Catalano. Conobbi il suo lavoro e me ne presi una gran cotta proprio durante quel viaggio in cui mi innamorai di Gaudì, rinnovai la promessa con Mies van der Rohe e passai molto molto tempo con il mio buon vecchio Mirò visitando la sua Fundaciò! Fata frivola e farfallona!!!
In quel primo viaggio in terra Iberica c'era gran fermento per la preparazione dei giochi olimpionici che si sarebbero tenuti da lì a due anni; tutta la città veniva rinnovata e tirata a lustro e molti creativi avevano la possibilità, finalmente, di esprimersi e venir conosciuti dal grande pubblico! Qui la mascotte Cobi, sempre disegnata da Mariscal
Per questa sedia, la Garriris chair, ho fatto una "malattia" per anni, ma non ho mai potuto permettermela! Ma chissà se un bel giorno in un qualche mercatino o ad un'asta... non mi sono ancora arresa!
E qui una poltrona, sempre Estudio Mariscal per Moroso!
La domenica è il giorno giusto per andare a musei, io invece vi ho fatto fare un piccolo tour virtuale e dolcissimo, è quasi ora di pranzo, ma quasi quasi noi continuiamo con il cake ed un buon caffélatte in giardino con tutto il nostro piccolo zoo! Buona domenica a tutte!

sabato 30 agosto 2008

L'Arcobaleno (to be continued...)


L'arcobaleno è un ponte tra terra e il cielo.

Oltre le piogge scende tra gli uomini e si lascia osservare.

Trovarne la fine o individuarne la base non è possibile.

Scorgerne i contorni, prevederne l'arrivo o la scomparsa non è dato.

se ci avviciniamo per attraversarlo, ci sfugge.

Eppure è li, innanzi a noi, vicino e irraggiungibile.

Potessimo percorrere il sacro sentiero saremmo abbastanza leggeri da non precipitare?

Aspiriamo al divino ma il cammino è ancora lungo.

Per ora è tantissimo sapere che esiste un pote di rugiada a colori.

Nella nostra natura sono presenti il divino e il terreno.

Quando volgiamo allo spirito il divino può riconoscersi in noi.

La vocazione al bianco deve essere fecondata.

È dai colori che veniamo al bianco.

Nella consapevolezza, siamo noi l'arcobaleno.

Il nostro punto di osservazione allora è smarrito

e siamo perfettamente compenetrati nel ponte

Fra cielo e terra

Miao Yin


Ed ecco una piccola parte delle mie molto terrene produzioni con la mia super mega-canna da 235 grammi di arcobaleno:



to be continued.....

E la mia prima penna con la Fimo (e si vede!). Fosforescente, per trovarla nelle mie borse piene piene piene!!!!

Qui come si fa, foto scure e spiegazioni sommarie. Per capire meglio un ottimo indirizzo è questo che purtroppo è in francese ma si capisce benissimo cosa fare! Questo blog è favoloso per chi come me non ne ha mai abbastanza di Fimo! Parole de Pâte (Parola di Pasta) Qui trovate di tutto e di più sulla pasta polimerica, tecniche, idee, astuzie! Un'enciclopedia gestita da appassionate volontarie!

come sempre CLICK per ingrandire

A spasso con Mia

Pur essendo agosto e faccia ancora molto caldo, l'aria e l'atmosfera sono quelle del declino verso l'autunno. Me ne accorgo quando passeggio con Mia, la cagnolona di mia mamma che sta passando le "vacanze" da noi. Mi costringe a lunghe passeggiate a passo sostenuto ed a socializzare con chiunque abbia un cane, un bambino, una bicicletta, due gambe.... Non che l'esperienza mi dispiaccia, ma c'è il risvolto oscuro della faccenda; il raccogliere le copiose produzioni di questa affettuosissima e simpaticissima tenerona a 4 zampe! Io non ci ho ancora fatto la mano, anzi, ce le ho lasciate tutte e due (vi lascio solo immaginare la mia desolazione nonché emanazione.....).
Bene, vi ho invogliate a procedere nella lettura? No, finiti i discorsi (ma ogni consiglio sarà ben accetto), volevo solo condividere con voi qualche immagine che ho scattato ieri durante il giretto mattutino.
La montagna che vedevo dalla finestra della cucina nella mia casa di infanzia e che ora vedo dal mio giardino. A me è sempre piaciuto immaginare che fosse l'asteroide b 612 del Piccolo Principe, e tutt'ora mi piace farlo!

Qui invece il disegno originale di Antoine de Saint-Exupéry. Uguale-uguale!

Da mio papà. Pittore e scultore, a 82 anni nulla lo ferma, è pieno di energia ed idee, nonché di entusiasmo e positività. Vi mostro cosa ho scoperto nel suo giardino. Due pezzi di legno probabilmente scheggiati dal taglio con la motosega che ha rimaneggiato con poche mosse trasformandole in silhouette di metropoli.

Sono rimasta colpita dalla genialità di quella di New York con la sua statua della libertà un po' danzatrice, un po' meretrice ed un po' Biancaneve.
E poi le Zinnie della vicina!!!! Ogni anno tutto il suo bordo giardino né è completamente ricoperto, un fuoco d'artificio di colori. La Zinnia per me ha un valore particolare! In floriterapia viene usata per lasciare riemergere il bambino che è in noi. La sua azione è gentile, profonda e duratura! Io quando la assumevo ridevo di cuore per ogni cosa, mi stupivo come se tutto fosse nuovo... E così è rimasto per la maggior parte del tempo!
E questa è per voi, per quella bimba che vive e si esprime quando vi dimenticate di avere un ruolo, quando siete totalmente coinvolte ed assorbite dal momento, tanto da scordarvi chi siete e semplicemente CI SIETE!
Buon sabato a tutte

giovedì 28 agosto 2008

Abemus vincitorum!!!!

Che dilemma ragazze, le ho pensate tutte per questa estrazione; tipo fare degli aereoplanini con i vostri nomi e premiare quello che arrivava più lontano, oppure appendere tutti i nomi intorno ad una bacinella riempita d'acqua e fare galleggiare una candela; l'ultimo biglietto a bruciare sarebbe stato quello vincente. Tanto ho pensato che i 2000 sono oltrepassati (grazie per le visite) e qualcuna si è ancora aggiunta. Poi ho optato per la semplicità, l'estrazione:

Ma invece che fare scegliere dalla solita "mano dell'innocenza" di un bambino è stata la "mano dell'amore", sporca di calcinacci e terra, di Iggy a decidere a chi andrà la borsettina e l'anello..... Aaaand..... the ...... winner..... Is.........
Yes, you are!!!! Susina Strega del tè (pasticci e deliri di una strega in cucina) Sono molto contenta; pasticcini, torte e crostate stanno benissimo con il tè!
MA........ Due altri nomi sono sbucati dalla borsa di Susina; Cristina (il mio spazio Scrap) e LAle (Come un Arcobaleno).... A loro arriverà una sorpresina!!!
Cosa???? Mah??? Contattatemi via mail per mandarmi i vostri indirizzi!
A tutte le altre (e siete state in tante!!!) un grande grazie per aver partecipato, Dio sa che avrei voluto poter mandare qualcosa a tutte voi... Ma ci saranno ancora occasioni; vedrete!
Buona notte e sogni d'oro!!!

Le affinità elettive

Ho avuto un altro risveglio strepitoso, ve lo assicuro!

Sto per accingermi ad estrarre la vincitrice per il premietto Candy e ecco che ricevo dall’amica Roberta un altro premio virtuale! ... La gioia più grande sono le sue parole con le quali me lo offre; sono così cariche di entusiasmo che io so sincero e di vero affetto e, appunto, prossimità!
Accetto davvero con il cuore l’attestato di vicinanza di Roberta perché so che non è solo un “pezzo di pixel”!

Credo che dovrei a mia volta assegnarlo a 8 persone.
Io di sicuro lo giro a Mirate antes de ir perché nonostante ci separi la lingua facciamo sempre in modo di venirci a leggere guardare e ci scambiamo esilaranti commenti sui reciproci post!
So
che molte di voi l’hanno già ricevuto, la blogosfera unisce molto (non finisco di stupirmi MOLTO PIACEVOLMENTE), dunque questo premio lo ritiri chiunque si senta per un motivo o l’altro VICINO o AFFINE o semplicemente SIMPATIZZANTE con Roberta_filava_filava e/o con me; Fata Bislacca!
Considerate che ve lo abbia consegnato personalmente; mettetelo sul vostro blog, fatelo girare alle persone che voi sentite vicine! Se volete ci citate, se non lo fate suppongo non accada proprio nulla, la vicinanza non è questo…
Questo il testo da riportare:
"Non a tutti piacciono i blog, per la maggior parte i nostri obiettivi sono di mostrare le cose che creiamo e di fare amicizie nuove, ma ci sono persone alle quali non interessa affatto quando si dona loro un premio, non lo scrivono, ed in questo modo si contribuisce a spezzare questa catena... e noi vogliamo che si spezzi o che si propaghi??? Cerchiamo allora di prestare un po' di attenzione... dovremo nominare 8 bloggers che dovranno riportare questo stesso testo...."
Un grande grazie Roberta, un grande saluto a tutte voi così vicine e così lontane

mercoledì 27 agosto 2008

Dalla Spagna con Tenerezza!!! Un premio!


Se passate spesso da qui non avrete potuto ignorare i commenti di “Mirate ante de ir” che quasi sempre si sforza carinamente di tradurre tutto quello che scrive! Oggi mi ha fatto una grande sorpresa, nominandomi per il premio per lo sforzo personale (adesso potete ridere per la mia di traduzione). Cliccare sull'immagine per vedere il suo blog

Le regole da seguire, se non ho capito una cosa per l’altra, sono :

-Elargirlo a mia volta ad altri 6 blog aggiungendo i loro link
-Mostrare il premio citando (linkando) chi me lo ha assegnato
-Mettere le regole nel mio blog
-Esprimere 6 valori che per me sono importanti e 6 che non lo sono affatto.
-Avvertire i premiati con un commento nel loro blog.

Dunque, premio i primi 5 blog perchè, come me, sono attivi da poco ma si danno tanto tanto da fare per condividere molte cose belle e tanta fantasia e immaginazione. Il sesto, quello di Roberta, è attivo da un po' più di tempo ma è un'amica e fa (e mostra) cose stupende! Cliccare sulle immagini per credere! A buon intenditore poche parole!

Andate a guardarli e riguardarli tutti, ognuno ha un suo fascino particolare per me! I primi 6 valori, per me, importanti che mi vengono in mente: il rispetto, la semplicità (nel senso di autenticità), l'ascolto e la disponibilità, l'Amicizia, la tolleranza, l'umorismo e l'autoironia e ne aggiungo un settimo; la generosità. (e sono tutte cose che in questi blog ritrovo)

I primi 6 che non sono affatto importanti (non so se per qualcuno possano essere valori, ma non saprei dire altro). ….Aiuto, se c’è qualcuno che sa lo spagnolo che mi traduce il testo originale con le regole…. volere avere ragione a tutti i costi , apparire senza essere, consumare, predicare, il carrierismo, vantarsi. (naturalmente non posso scagliare alcuna pietra perchà non sono immune da nessuna di queste (a parte il carrierismo)!

Ho detto tutto??? Sicuramente anche troppo!!! Brindo a tutte voi che passate di qui, ogniuna ha qualcosa di unico e speciale!!! Bello avervi incontrate! Fata Bislacca

La Bandana furba

Questo inverno ho deciso di lasciarmi ricrescere i capelli del mio colore naturale. Erano passati diversi anni dal mio colore biondo-miele (???) ed ogni genere di tinta (rosso, viola, viola-rosso-arancio, castano scuro, chiaro....) ed ero davvero curiosa di capire che cosa ci potesse ricrescere sotto. È stata dura resistere alla ricrescita, anche se non so se lo è stato più per me o per la mia amica parrucchiera Elisa che ogni volta che mi chiedeva "sei sicura??? Sicura che spuntiamo solo un poco? Non vuoi un riflesso???" non riusciva a reprimere uno sguardo desolato.
Io invece ho trovato un escamotage per non rimanere troppo impressionata da me stessa; la Bandana variopinta (che attira lo sguardo altrove)! Ed ora, finalmente, ho ritrovato i miei nuovi colori!!!
Sarebbe stato perfetto offrirvi questo piccolo tutorial all'inizio della stagione calda, ma data la sua facilità di realizzazione potete farvene una scorta per l'estate prossima (sono fantastiche per le operazioni di démaquillage o quando ci si impiastriccia la faccia con qualche maschera curativa).

Da un resto di cotone o lino variopinto tagliate 1 pezzo da 43x20 cm (per la bandana) e due da 7x27 cm (per le fascette laterali). Queste le misure per le mamme, per le figlie (quelle delle mie amiche hanno tra i 4 e 7 anni) la misura che ho usato è di 29x 20 e 7x19.
Lasciate un centimetro per gli orli tutto attorno.

Con il ferro da stiro piegate gli orli. Sul lato lungo della bandana ribaltatelo 2 volte mentre su quello corto è sufficente una volta sola (andrà infilata nella fascetta). Ora siete pronte a cucirli; fatelo!
Piegate in due le fascette e cucite il fondo e il lato lungo, sul rovescio della stoffa.
Con l'aiuto di un bastoncino rovesciate la stoffa sul lato stampato. Io uso questo metodo faticoso e complesso, ma nel blog di Elena Fiore , Decor e blablabla, ci sono delle belle astuzie, andatelo a vedere, tutto da lei è fantastico e pieno di belle idee!
Ora non rimane che piegare a fisarmonica la vostra bandana. Fate due "fisarmoniche" di 4 pieghe ciascuna e fissatele con degli spilli. A questo punto infilate la bandana nella fascetta e fissate di nuovo con uno spillo. Cucite per fissare le due parti (con la macchina, grossolano, come me; oppure a mano tutto intorno). Fate la stessa cosa con l'altra fascetta. Ecco a cosa somiglierà una volta cucita, stirata e finita!
Ed eccone alcune indossate da Teddy che le usa volentieri quando osserva il volo delle farfalle... (odia che gli vadano i peli negli occhi!)
... e quando ha appuntamenti romantici....
...e per non fare colare il sudore negli occhi durante le sue lezioni di auto-difesa personale!
Non vi rimane altro che sbizzarrirvi con stoffine colorate e personalizzazioni varie; spero di avervi dato un'idea simpatica e che presto avrete tutte la testa coloratissima! Anzi, se ne realizzate avrei molto piacere a vederne la fotografia! Buon divertimento! Fata Bislacca

La Caverna di Alì Babà

Oggi voglio prestare il mio blog alla vetrina della mia amica Manuela. Io dico sempre che è la caverna di Alì Babà tante cose ci scopro ogni volta, tutte favolose.
Da lei trovo sempre tutto ciò che mi serve, mi da consigli e mi presta persino i suoi attrezzi quando ne ho urgenza. Che bello quando la creatività non entra in competizione!
Mi ha anche onorata chiedendomi le potevo farle una "crostatina" da mostrare alle sue clienti e vi garantisco che mi ha davvero fatto piacere questo suo attestato di stima (che io ricambio pienamente). Sto cercando di convincerla ad aprire un blog o farsi un sito per promuovere i suoi corsi e le sue creazioni e dispensare i suoi preziosi consigli e trucchi ad un maggiore numero di persone. Ma lei è davvero molto occupata, lo capisco, e non se la sente ancora (ma chissà, chissà...). Intanto vi mostro alcune sue creazioni in Fimo (ma sa fare di TUTTO). ....Pensate che riesce ad insegnare a realizzare una di queste collane in un solo pomeriggio; persino ad una neofita! Io la trovo grandiosa! C'è sempre da imparare, sperimentare, scambiare!

Bello quando si trova, anche vicino a casa, qualcuno che ne abbia desiderio e competenze (e sempre un sorriso, un'idea ed una parola gentile)!

cliccare per ingrandire

Cosa ne pensate? Magari vedendosi qui cederà alla tentazione di un "posticino" tutto suo nella blogosfera??? La aspettiamo?!

lunedì 25 agosto 2008

Anticipi di arcobaleno

Lo so, vi avevo promesso di non postare più fotografie scadenti, ma di questo quadro (il mandala dei 4 elementi) mi rimane solo questa immagine e ve lo volevo mostrare. L'originale è a Parigi, in uno studio medico.
Non che io venda nella grande ville lumière, è che un paio di anni fa erano qui in vacanza, ospiti di amici comuni, e mi hanno offerto mezz'ora di un trattamento per alleviare i miei acciacchi bislacchi. Sul momento il massaggio mi diede così tanto sollievo che non esitai a tornare mezz'ora dopo con il quadro che avevano addocchiato a casa nostra. Fata avventata!
Ma questa è tutta un'altra storia!
Quello che in realtà volevo offrirvi è lo scritto di R.W. Emerson che sta sulla parete del mio studio (a forza di regalare via tutto....)! A me piace moltissimo leggerla e rileggerla ogni volta che le mie aspettative sono condizionate o quando perdo la giusta visione delle cose! Lo voglio condividere con voi, perché la semplicità è davvero un grande valore(secondo me)! Non c'è mai abbastanza semplicità nella vita; ed in fondo la felicità è nelle piccole cose!


COSA È IL SUCCESSO?

RIDERE SPESSO E MOLTO;
CONQUISTARE IL RISPETTO DI PERSONE INTELLIGENTI
E L’AFFETTO DEI BAMBINI;
GUADAGNARE LA STIMA DI CRITICI ONESTI
E SOPPORTARE IL TRADIMENTO DI AMICI FALSI;
APPREZZARE LA BELLEZZA;
TROVARE IL MEGLIO NEGLI ALTRI;
LASCIARE UN MONDO MIGLIORE,
O CON PROLE SANA,
O CON UN GIARDINO,
O CON UNA CONDIZIONE SOCIALE RECUPERATA;
SAPERE CHE ALMENO UNA VITA HA RESPIRATO PIÙ FACILMENTE PERCHÉ HAI VISSUTO TU;

QUESTO È AVER AVUTO SUCCESSO.

RALPH W. EMERSON

domenica 24 agosto 2008

Grazie alla vita!!!!

...Un altro titolo di canzone, sono poco originale, ma la musica mi gira in testa in ogni minuto!! Torno con le mani in pasta dopo una settimana di astinenza da lavori manuali!!! Non mi sembra vero, ho così tante idee che frullano che se non inizio a realizzarle implodo! È stata una settimana intensa, piena di emozioni, una montagna russa!!!

Prima tra tutte la paura per il nostro gatto-veterano, Batman, che ci ha dato molti patemi d'animo. Ma da buon gatto da strega lui non molla e ne ha altroché sette, di vite. Abbiamo speso il budget mensile per i vari veterinari del Cantone, ma ne è valsa la pena, ora mangia di nuovo come una pantera e, anche se ridotto a pelle e ossa, se la gode alla grande ed è rimasto il gran dispensatore di coccole e conforto per tutti noi!

E vaiiii!!! Grande il mio Batuffolo!

Poi il corso di reiki, in 6 più il piccolo Natan come auditore (il primo grado l'ha seguito dalla pancia della sua mamma) e Mia, il cane extra-large e extra-love di mia mamma che per la prima volta passava 2 giorni da noi (da sola). Naturalmente i nostri 3 gatti e Fato Bislacco che restaurava sedie in giardino (il tutor sul suo blog) e ci preparava i caffé nelle pause! (Grazie per il tuo sostegno "occulto"!!)

Un corso allegro, movimentato, simpatico! So che alcuni di loro passano ogni tanto di qui ma non riescono a lasciarmi un commento... così lo faccio io: Grazie di cuore avermi scelta come vostra "Maestra"! Tra poche settimane ci ritroviamo per farci una bella ed allegra cenetta; già conto i giorni ripassando la lista delle leccornie che ogniuno di noi preparerà! Ed ecco il nostro Natan, reiki-baby di cui mi sono auto-dichiarata fata madrina!!!

E questo arcobaleno di pasta polimerica (Fimo) la dedico a voi che avete continuato a lasciarmi i vostri gentili messaggi (e mail) facendomi spesso sorridere, intenerire, ridere, ed arrossire!!! Verrò a trovarvi tutte nei prossimi giorni, gustandomi i vostri blog!!! Il thé lo porto io! Ma ora torno a modellare arcobaleni e faccine che presto popoleranno la mia casa e questo blog! Un abbraccio Fatato e colorato a tutte/i voi! Fata Bislacca

venerdì 22 agosto 2008

La sedia Oriental-Bauhaus

Eccoci qua, ancora a metà nel mondo dei sogni ma determinata a portare un po' di colore nel mio blog. Sto lavorando molto in questi giorni e non riesco a creare nuove cosette. Mi manca! Naturalmente adoro il mio lavoro, ma mi dispiace essere talmente stanca da non riuscire ad occuparmi anche della creazione!!! Dunque vado di rendita anche questa mattina e vi mostro una sedia che ho trovato alcuni anni fa in un mercatino dell'usato, ispirata al design di Arne Jacobsen. Quando la vidi abbandonata a sé stessa in mezzo a tutte quelle anonime sedie da cucina, sobbalzai; lei azzurrina, solitaria, ricoperta da uno spesso strato di unto e tutta scrostata mi chiamava, mi implorava per un restyling.
Trattandosi di un'imitazione non potevo che esasperarla con motivi e scritte orientali.
Non vi racconto cosa fu pulirla, grattare con la carta vetrata lo spesso strato di smalto (e altro che vi lascio solo immaginare) e darle il fondo con il bianchetto. Mi ha assorbita completamente per giorni. Una sera che avevamo ospiti ho persino bruciato parte della cena perché tra un'ingrediente e l'altro mi era venuta l'ispirazione di aggiungere non so quale altro elemento e non potevo trattenermi dal farlo....
Qui ho usato smalto ad acqua rosso, carta di riso, carta da pacco e fogli per il découpage (credo della Stamperia).
Alla fine, per il profilo, ho usato fogli d'oro, di quelli veri, a 22 carati. Non sapevo ancora che esistessero quelli finti, di metallo. Infatti l'ho scoperto a fine lavoro e li ho usati sulla parte superiore dello schienale. Infatti, pur avendo passato una vernice di finitura sul tutto, la prima volta che lavando i vetri (io uso le sedie anche come scaletta) ci è finito sopra qualche spruzzo di ajax, la colla ed il foglio oro si sono sciolti miseramente. Ora aspetto di potermi permettere di nuovo i fogli per la doratura per poterla ricomporre al suo stato "originale". E poi magari mi compro anche una scaletta per i lavori di casa!
E naturalmente il mio "fato" ha iniziato a ricoprirla di cuscini improponibili e sono stata costretta a farle un cuscino su misura per cercare di limitare l'effetto "pugno nell'occhio". Dato che è la sedia che lui usa al suo pc la scritta poteva solo essere questa!
Ecco, vi auguro di poter passare una splendida giornata e di apprezzare il vostro lavoro quanto io apprezzo il mio! Mettere amore e passione in ogni cosa, anche la più semplice è il vero segreto per rendere interessante ogni minuto!

lunedì 18 agosto 2008

I blog del mio Piccolo Principe Bislacco

Il mio piccolo principe si lancia nell'avventura "bloggosa"!!! Non uno, due blog (c'è aria di competizione in famiglia???). No, niente nuvoloni in paradiso, per il momento! Il suo primo : Fato Bislacco (si noti il gioco di parole!!!) l'ha aperto per tenere un "giornale" dei suoi lavori pratici. Ve l'ho detto che fa le gambe alle formiche? È un Aladino del tutto fare! Ma attenzione, non più di tre desideri alla volta : se no se li dimentica tutti e per sempre!!!

L'altro, che a me è molto caro, è un racconto che gli sgorga da alcuni anni al mattino, al risveglio. Spesso ci appassioniamo tanto, lui a raccontarlo e rispettivamente io ad ascoltarlo, che dimentichiamo di iniziare le nostre attività per tempo (per fortuna siamo ambedue indipendenti). A me piace molto, mi ci sono appassionata al suo libro bianco! Vi va di passare anche voi a dargli una letturina e lasciargli qualche commento o suggerimento quando avete tempo!?

clicca sull'immagine per un collegamento diretto

Le doppie non sono il suo forte (l'italiano non è la sua lingua madre) ma dove manca una lettera lui in compenso ci mette molta fantasia! Per i verbi? Idem, passate oltre, vedete se vi evoca qualcosa, abbiate clemenza della correttrice di bozze!!! In fondo la creatività non ha frontiere né il tempo per consultare un dizionario!.

domenica 17 agosto 2008

Il trono del Piccolo Principe

Grazie mille, davvero a tutti, per i vostri commenti e reazioni al mio blog (ed alle mie creazioni). Che siate lontani e mai conosciuti di persona (ma che spesso sento così vicini), o che me lo diciate per telefono o improvvisando "riunioni di lavoro" al sabato mattina al bar (quando pensavo solo passare a fare un salutino). Tutte queste opportunità di confrontarmi con i vostri pensieri e le vostre iniziative mi danno una tale carica!!!! Ora mi frulla sempre più in mente un'idea, un esperimento che vorrei proporvi, ma ho bisogno di istruirmi un po' meglio sulle possibilità della "rete" e poi vi farò sapere! Magari chiederò qualche consiglio anche a voi, chissà, sicuramente la maggior parte ne sa molto molto più di me. La creatività può salvare la vita, magari non siamo tutti grandi artisti, ma quando creiamo disinteressatamente, seguendo un bisogno interiore di espressione, abbiamo la possibilità di andare oltre noi stessi, agli apparenti problemi del momento. Creare, in qualsiasi modo, permette di relativizzare molte cose, magari solo per un attimo, ma poi siamo di nuovo pronti per "ripartire per un altro giro di giostra". Io ne sono convinta! E voi? E se lo facessimo tutti insieme, così, tanto per fare esperienza e stare bene??? Vi ho incuriositi? Quando i tempi saranno maturi vi dirò tutto!
Intanto vi lascio con la prova che una buona macchina fotografica non fa per forza una buona fotografa! È la poltrona del Piccolo Principe, il mio compagno che appena distolgo lo sguardo si frega tutti i cuscini e li impila sulla sedia che sta usando!
E allora oltre a rimettere a nuovo (insieme) la poltroncina ho sentito l'impulso di cucirgli un cuscino personale (non crediate che però si accontenti solo di quello ora) con tanto di presa per il sedere (il posto giusto per un cuscino, in fondo)!

Anche questa è un'idea riciclabile, per tutte le creative che passano di qui, stoffa, una zip (facoltativa), filo oro e argento (o come piacerà a voi), qualche scarto di stoffa colorata, forbice, fantasia e tanto zig-zag!
Per la poltrona invece una vecchia sedia che non interessa più a nessuno, colla, chiodi, bianchetto, acrilico e fogli oro! Dai, con poco si può fare molto, esattamente come serve a noi, come piace a noi! Non ci sono più scuse per rimandare! Buon divertimento.