domenica 7 dicembre 2008

Tutorial per candele millecolori

Buonasera!!! Dopo litri di cera bollente e colate colorate voglio ora spiegarvi come realizzo le mie candele, magari siete ancora in tempo per fare qualche regalino.

OCCORRENTE PER LE TESSERE DI MOSAICO COLORATE:
- fiocchi di paraffina
- vaschette in alluminio, tipo quelli per il barbecue
- colori per cera, pastelli a cera, colorante per candele gel (anche se sono diventati pressoché introvabili hanno i colori più brillanti, rendono benissimo, ne basta poco per ottenere dei colori meravigliosi ed intensi, se li trovate prendetene il doppio che ve la ricompero io!!!)
- pentolina ormai irrecuperabile per l'acqua e
- pentolina ancora più piccola per sciogliere la cera (vanno bene anche i barattoli di metallo, tipo cibo per gatti, ben lavati e sciacquati e guanti da cucina o pinza per prendere il barattolo quando è caldo)
- termometro da cucina (facoltativo)
OCCORRENTE PER LE CANDELE

- cordina per fare i stoppini
- fiocchi di paraffina
- stearina (facoltativa)
- forme per candele
- pentolina ormai irrecuperabile per l'acqua e
- pentolina ancora più piccola per sciogliere la cera (vanno bene anche i barattoli di metallo, tipo cibo per gatti, ben lavati e sciacquati e guanti da cucina o pinza per prendere il barattolo quando è caldo)
- forbici, spiedini, spatolina
- stracci di cotone e calze di nylon vecchie.


per colorare; pastelli ad olio, granulato per candele gel o colori per candele
stoppini per candele e vaschette di alluminio

paraffina in fiocchi e stearina

pentolini vecchi, termometro da cucina (facoltativo)
forme per candele
Iniziamo a fare scaldare a bagnomaria i fiocchi di paraffina fino a 90 gradi circa. Se non avete un termometro apposta questa temperatura si ottiene circa 2-5 minuti dopo che tutta la cera si è sciolta (a seconda di quanta ne state sciogliendo).
A questo punto vi consiglio di preparare gli stoppini per le candele. Tagliate circa 1 metro di cordina (o meno) e la immergete qualche secondo nella cera calda. Poi lo "appendete" subito in un posto dove può sgocciolare senza troppo danno. Non appena si sarà indurito ripetete l'operazione immergendolo di nuovo nella cera calda ed estraendolo subito dopo. Fate questo per 3 volte di fila, servirà ad impregnare per bene lo stoppino per farlo bruciare meglio (più lentamente) in seguito.
Ora aggiungete il colore scelto e fatelo sciogliere bene.
Con la spatolina lisciate un pochino il fondo della vaschetta di alluminio e versatevi la cera colorata fino ad ottenere uno strato di circa 8 millimetri. Più grosso di così diventa difficile da spezzettare, caso mai userete delle pinze per romperlo. Lasciate raffreddare. Intanto preparate altre lastre colorate!
IMPORTANTE: Pensate bene ai colori da mettere insieme perché con questa tecnica si scioglieranno un pochino in seguito, ricordate la ruota dei colori e pensate che i colori complementari combinati danno come risultato un marrone. Se non conoscete bene la teoria dei colori vi consiglio di iniziare con le sfumature, tipo viola-blu-verde o rosso-arancione-giallo, ecc.
Quando le vostre lastre saranno indurite estraetele gentilmente dal contenitore di alluminio...
Lastre di cera colorata alte circa 8 mm-1 cm al massimo .. e riducete con le mani in piccoli pezzi di circa 1 o 2 cm. Sbizzarritevi a spezzettare forme di grandezza e forma diversa, sarà più interessante il risultato finale!
Vi consiglio di suddividerle in scatole o nelle vaschette di alluminio in base a colori simili, sarà più facile combinare le cromie in seguito.Ottimo, ora che avete le vostre tessere colorate potete proseguire con il montaggio. Iniziate inserendo lo stoppino cerato in precedenza nella forma per candela. Ottimo se avete della fimo vecchia o della plastilina o simili per bloccare lo stoppino e tenerlo fermo. Attenzione che con diverse forme c'è la possibilità di fermare lo stoppino con un nodo, anche in quel caso vi consiglio di fermarlo lo stesso con un po' di fimo (o altro) in modo che non fuoriesca la cera che verserete in seguito! Lasciate circa 5-7 cm di stoppino fuoriuscire dalla candela sopra.
Ora potete riempire la forma con i tasselli di cera colorati, divertitevi a combinare i colori. Molto bello l'effetto nelle candele squadrate o con pareti lisce se mettete dei tasselli colorati appoggiati alle "pareti" e poi li "tenete fermi" con i pezzettini gettati all'interno. Aiutatevi con uno spiedino per incastrare le tesserine del mosaico. Tirate gentilmente lo stoppino mano a mano che riempite la forma in modo che rimanga perpendicolare.
Ora scaldate la paraffina con 5% di stearina (la stearina rende la candela più dura e durevole ed inoltre rende i colori più brillanti ma non è necessaria). Quando la paraffina avrà raggiunto circa i 90 gradi versatela delicatamente, cercando di bloccare lo stoppino con uno spiedino (io lo faccio girare due volte intorno per bloccarlo) e versatela dolcemente tra le tessere. Muovete ogni tanto la forma (e picchiettatela delicatamente) per permettere alle bolle d'aria che si formano spesso tra i tasselli di riemergere. Procedete lentamente fino a che avrete riempito tutta la forma. Ora lasciate raffreddare 3 ore almeno in un luogo possibilmente fresco.Ed ecco come si presenterà la candela 3 ore dopo il raffreddamento!!! Molto probabilmente vi ritroverete un bel cratere nel mezzo. Tutto normale, non preoccupatevi! L'ideale è andare a controllarle ogni mezz'ora e tirare gentilmente lo stoppino per evitare che la cera raffreddando non "smolli". Fissate bene il pezzo finale sul vostro spiedino ogni volta un po' più stretto, ma fate attenzione a non strapparlo.
Dunque eravamo rimasti al cratere... Fate scaldare ancora un po' di paraffina e riempite il buco con dei piccoli pezzetti di cera degli stessi colori che avete usato precedentemente per il mosaico e poi versate la paraffina piano piano dando qualche piccolo colpo sulle pareti per fare uscire le bolle d'aria. Bloccate di nuovo lo stoppino e lasciate raffreddare ancora almeno una mezz'ora. A volte si rende necessario ripetere questa operazione una terza volta! Bene, ce l'avete fatta, siete riusciti a livellare la vostra candela ed è ben fredda (se non lo è mettetela qualche minuto in congelatore. A questo punto togliete la fimo o la plastilina, tagliate il nodino in cima e provate a tirare gentilmente sullo stoppino in fondo (quello che era tenuto dallo spiedino). Se la candela non esce subito picchiettate gentilmente su una parete tenendo il tutto in uno strofinaccio in modo da non rompere né la forma né la candela.Ora avete la candela ma il suo fondo è grossolano e non perfettamente liscio. Per fare questo basterà prima togliere le eccedenze con un spatolina e poi mettere per qualche breve istante della carta alluminio su di un fornello tiepido (o scaldate l'aluminio con acqua molto calda) e passate molto velocemente il fondo della candela sopra . Un'operazione davvero rapidissima. Eventualmente lavorate immediatamente un pochino di nuovo con la spatola per livellare ed uniformare perfettamente il tutto. A questo punto vedete se avete voglia di liberare i "colori imprigionati", quelli che si trovano sotto una fine pellicola di paraffina che si stacca se si tocca appena. Il massimo risultato si ottiene levigando alla fine con un strofinaccio tipo nido d'ape o meglio delle vecchie calze di nylon!
Et voilà!!! Ora usate la spatolina per scrostare ogni cosa in cucina, scopa, aspirapolvere e scopino per tirar su tutti i micro-frammenti di cera che si sono formati spezzettando le lastre di cera... Ma vedete come vi farete perdonare quando la userete per una cenetta romantica (e come saranno lucidi i pavimenti)!!!!
L'ideale è usare la candela circa 1 anno dopo averla fatta, brucerà più lentamente. Ma sono così carine che raramente le si vuole accendere!!! Quindi non preoccupatevi troppo e divertitevi a farle! Volentieri risponderò nei commenti ad ogni vostra domanda sulle mie spiegazioni "fumose". Buon divertimento!

28 commenti:

Ilaria ha detto...

Che meraviglia le vaschette piene di pezzi di cera coloratissima!!!
Ma che lavoroooooo... decisamente continuerò con il resto!!!
Notte Puccys...

disig

Roberta Filava ha detto...

E sì un gran bel lavoro...bello e utilissimo il tutorial..fare candele è molto divertente ma con sveva la vedo dura da metter su.
brava, sono bellissime ma i complimeti vanno soprattutto alle foto che vedo esserti venute veramente belle...
buona giornata ma ce lo siamo già dette al nostro caffè mattutino.
un bacio.
roberta

cUOrePaLLiDo ha detto...

wow Fata, davvero chiaro il tuo tutorial, non vedo di mettermi all'opera appena avrò trovato tutto il materiale necessario!
Grassieee!!! un bacio

Graziella ha detto...

complimenti per il tutor, chiarissimo e anche belle le foto, ma ... che lavoraccio, nn pensavo che fosse così complicato?? e quanti "ingredienti" diversi che occorrono..ciao e buon lavoro!

Den ha detto...

Interessantissimo post! Lo consiglio ad una mia amica!
Comunque, anche se conosco "il tuo amore" per i premi, ti ho voluto dedicare il Premio Dardos.
L'ho fatto per la tua creatività e per la grafica del tuo blog.

Giulia Boccafogli ha detto...

Acciderbolina! Che lavorone! Questo sì è un bel regalo prenatalizio per tutti! Grazie fata, grazieee!!! E poi vedo qui sotto un meraviglioso alberello fucsia...spettacolo! Che bello in Natale, tutto palle, cioccolata da appendere e mangiarsi ogni tanto, calendario dell'avvento (con i cioccolatini, ovvio), pungitopo per le decorazioni e creatività a mille diffusa!!! Questo mi piace!!! Ah che bello! Mi sento bene!
Baci sparsi

Giu'-liella

ps: mi trovo con una bella senallia...località marittima di qualche regione immaginaria...la testa vaga ai tropici!

pino ha detto...

Fiocchi di paraffina
ed una spessa cordina
un pentolino
ed un lungo stoppino
scegli i colori
e anche gli odori
aggiungi ora la ceralacca
per la candela di Fatabislacca

sempre Fata Bislacca ha detto...

Pino che meraviglia!!!! Non fossi così lontano ti porterei di persona una candelona!!!! Ghiotto questo commento, mi sa che lo riciclo e lo spaccio per mio!!!! Fantastico!
Giuliella; bello si, ma vedessi la casa in che stato... il calendario dell'avvento con il cioccolato è tremendo, ogni anno la mia cara mamma ce ne regala uno ciascuno, io mangio sempre quello del primo e poi ci metto 24 giorni per digerirlo e scordarlo.... Ma che bello! Si, amo anche io questa atmosfera, peccato che proprio questo periodo passa velocissimo!
Den; grazie mille per il premio; dimmi lo hai fatto apposta??? Ha ha ha!!! Non so sai se lo posterò ma lo apprezzo molto, grazie!
Spero che la tua amica riesca a capire le mie spiegazioni ma al caso può sempre lasciare un commento e preciserò volentieri!
Graziella, si è un gran lavoro, si capisce come mai le candele artigianali hanno anche un certo prezzo quando le vediamo nelle botteghe e nei mercatini natalizi! Davvero un gran lavoro, ma lascia dire, il santo vale la candela!
CuorePallido; divertiti, si possono creare degli effetti secondo me bellissimi. Sono anni e anni che le faccio ogni autunno e ti dirò, credo che non ne sono ancora uscite due uguali!
Roberta, si, bello bello, forse un po' presto per Sveva! Grazie per il complimenti per le foto; sapessi come mi ci applico. Non ho sempre il tempo ma mi ci applico!!! Spero che abbiate passato una bella giornata nel vostro posto incantato!
Ilaria; si, fallo, non è il caso con i "mostriciattoli" in pista!!!!
E sai cosa, ho pure la parola di controllo, non so come mai ma è belsty, Bel Style??? Merci! Eeeet-chi!

Vania ha detto...

Bravissima Fatina, splendidi colori e spendido tutorial, ma quello che mi ha "fatto morire" è verso la fine" Et Voilà "è fatto, impedita come sono mi ci vorranno una dozzina di "Et Voilà" perchè abbiano lo stesso significato del tuo !! Un bacio

laur@ ha detto...

fata bislacca
non usa la lacca...
usa la cera,
ma chissà dov'era!


ciao fata Gathy,da gatto
o cat...hy,da cat

porta pazienza...per tua fortuna abito lontano!

Dual ha detto...

Ottima la guida,molto dettagliata..
Un saluto e buona giornata
Dual.

sempre Fata Bislacca ha detto...

Eccomi!!!
Dual; poi voglio vedere le tue!!! Magari virtuali, si può fare???
Laur@ sei la monella del blog!!! Quasi quasi faccio il prossimo post con le foto delle nuove candele e le vostre poesie bislacche. Meno male che stai lontana perché se no passeremmo il tempo a fare sciocchezze io e te!!!
Vania; hai ragione... Non sai quanti "accidenti" intercalo prima di poter dire "et voilà"!!! Magari vi pubblico anche i miei disastri che è più divertente in fin dei conti... Un bacio a te!

elena fiore ha detto...

Ma che fata laboriosa! E che popò di tutorial, e che superpappardella di post...ma tu di quante ore ce le hai le giornate? Hai fatto un incantesimo dei tuoi e le hai raddoppiate? Se ti faccio un art-journal solo per te, mi regali la ricetta? Ba-cio, belessa!

sempre Fata Bislacca ha detto...

Elena Fiore; ci stò, andata!!!! Bacione a te Fiorellino bello!!!

laur@ ha detto...

io monella?
ma se sono la persona più tranquilla che c'è in questa stanza!!!

sempre Fata Bislacca ha detto...

Laur@, immagino che sei li da sola allora!!!! Ciao biricchina!!!!

Rory's Bijoux ha detto...

Ciao Fata!! ti lascio questo commentino perchè ho visto tutte le tue creazioni e volevo farti i complimenti perchè sono una più bella dell'altra!!; hai un bellissimo blog! e *se a te non dispiace* vorrei inserirti nella mia lista dei blog preferiti. Poi mi farebbe davvero tanto piacere che tu visitassi il mio blog! *anche io creo qualcosina col cernit*, ti aspetto presto! nel frattempo ti mando un abbraccio!!. Rory.

Scarabocchio ha detto...

Fata, che dire... tutorial perfetto, dettagliatissimo e curatissimo!
Appunto, ci rinuncio!
ahahahahah
^^
Sei proprio una grande!!!

DRINA ha detto...

Fataus...non c'entra niente con questo post (che adoro ma già c'ho una cattiva gestione del tempo e se mi metto a fare le candele non ne esco più...tanto c'ho l'amica Fata che le fa e le compro da lei!)
ma io...da buon 4 (enneagramma!)...come direbbe la mia amica Manuella...sono invidiosissima dell'albero fucsia...lo voglio anche io!!! tanto più che quest'anno abbiamo comperato delle sbarluccicose decorazioni a forma di stella storta fucsie e verdi che ci starebbero un amore...
Ho visto anche da Iggy il procedere dell'idea del casco...dopo la parte logistica...che già mi stupisce non aspetto che di vedere come farai venir fuori la sua anima!

Restorki...come mi sento io stasera...figurati che prima ti avevo lasciato un commento...vuoi saapere la migliore? Non so su quale post...credevo fosse questo!

Maurizio ha detto...

Bello, direi che potrebbe essere anche un'idea per rilassarsi... i colori, la creatività, la soddisfazione di vedere letteralmente "plasmata" la propria piccola opera... bello...
E per questo post... ti toccherà a brevissimo un bel premio...
Lo so, lo so... contieni la tua immensa gioia... su!!!

P.S.: come regalo di Natale per me... e come incubo per gli altri... a breve posterò il collegamento al video che mi hai confezionato come premio... Grazie

Simo ha detto...

Fata, ti avevo lasciato un commento...ma non lo leggo piu'! Te lo ridico adesso...tutorial perfetto! E che belle foto hai fatto! Ciao, un bacio

Susina strega del tè ha detto...

Ma che lavoro certosino fatinaaaaaaa!!!!! Che pazienza!!!! brava!!!!
smuack!

Bruno ha detto...

mi sono gia' perso nella scelta...anzi no...nell'elenco dei materiali.. :-(
chi mi da una mano?????????

sempre Fata Bislacca ha detto...

Bruno, mi lasciavi il tuo indirizzo sfidavo la neve per venire a far candele con te... Magari io faccio candele e tu prepari un buon pranzetto piemontese e poi festeggiamo con tutto il condominio!
Susina; eh si, ormai mi conosci un pochino, sono una "pesafumo"....
Simo, sono contenta che risulti chiaro... Ma poi lo vedremo se qualcuna cercherà di imitare le mie "epiche gesta" e si cimenterà nell'esecuzione... Finisce che dovrò venire a pulire le cucine ad ogniuna per punizione!
Maurizio, oh, che emozione, un premio!!!! ma che bello che bello!!! Vieni tu a sistemarmelo sotto il mio alberello??? La cerimonia dove??? Si dai che ridere posta la tua danza elfica!!!
S*Drina; hei, poi mi mostri il tuo alberello nuova deco??? Io adoro vedere le decorazioni che si possono escogitare, una vera gumata. Io ho appena aggiunto la Barbie che mi hanno regalato al bric-a-brac mettendole un paio di ali... Sto superando me stessa in kitcheria!!!
Scarabocchio; ma grazie, detto da te....!!!! Sono certa che verrebbero ancora meglio a te, megasupercreativa che non sei altro!!!!
Rory grazie mille, mi fa un gran piacere!!! Non appena ho tempo vengo a visitarti con dovizia. Sono passata ieri di corsa ma non potevo lasciarti un commento sensato perché dovevo lavorare. Promesso passo presto!

laur@ ha detto...

ciao fatina

SABRI ha detto...

Ciao Fata! Io ho un blog dove raccolgo le "cosine" handmade dal web che mi piacciono. Ho prelevato anche le tue candele. Naturalmente c'è il link al tuo blog, ma se non ti dovesse far piacere fammi sapere che le tolgo subito! Buone creazioni, Sabri
Ah, il blog.. schizziestrappidalweb.blogspot.com

Anonimo ha detto...

It took me a while to search on the net, only your site unfold the fully details, bookmarked and thanks again.

- Kris

Anonimo ha detto...

Thanks for an idea, you sparked at thought from a angle I hadn’t given thoguht to yet. Now lets see if I can do something with it.