martedì 18 novembre 2008

Provo a dirlo con parole mie....

... Tu scendi dalle stelle o piccolo alie-eeno, e scendi col tuo ufo tempestato di brillantini e polverine scintillose Ecco la mia risposta ai preparativi natalizi che, ahimè, fervono ormai ovunque!
La risposta di Fata Bislacca agli angioletti e le stelline.... Eppure il Natale è per me una festa Santa carica di intima aspettativa per il suo messaggio di redenzione. Invece ogni anno rischia di diventare una folle corsa per non fare sentire nessuno meno amato non dedicandogli un regalo davvero pensato.

Trovo che scambiarsi regali in quella notte di attesa sia un po' come dirsi a vicenda "riconosco in te una parte del Divino" che più di 2000 anni fa il mondo stava attendendo!

Perlomeno è questo lo stato d'animo con il quale amo fare regali, sia ai miei cari che alle persone appena conosciute o addirittura sconosciute. Purtroppo spesso cedo allo stress di non voler scordare nessuno oppure non so come trovare i soldi per farlo e con questa ansia scordo il messaggio più profondo di questa festa bellissima che solitamente si passa con i familiari.

Io ho, in parte, origini nordiche e mia madre ci ha sempre fatto passare vigilie e giorni di Natale meravigliosi. Ricordo ancora l'aspettativa per la prima domenica dell'avvento; preparavamo la corona cercando rami di abete nei boschi ed insieme la decoravamo con pigne che coloravamo, qualche capello d'angelo dorato (pochi perché sono carissimi), figure di angioletti confezionati a mano o tramandati dai Natali dell'infanzia di mia madre o addirittura dei miei nonni che erano riusciti a salvare dalla guerra. Si aspettava di accendere la prima candela perché quello era il momento magico; segnava l'inizio dell'attesa vera e propria!

Poi arrivava il giorno di S.Nicolao e ci veniva raccontata ogni anno la sua storia che purtroppo è molto confusa nei miei ricordi (qualcuno la ricorda?). La sera prima legavamo delle vecchie calze alla porta della nostra cameretta ed al mattino era piena di arachidi, mandarini, qualche cioccolatino, un Lebkuchen (o pan di zenzero) che non osavo mai mangiare tanto era bello e volevo sempre conservarlo ed una piccola sorpresa.... Ed ogni anno S. Nicolao indovinava i nostri gusti!!!!

E le finestrelle dell'avvento, difficile non cercare di sbirciare il disegno della finestrella grande; quella del 24....

Ogni finestrella aperta al risveglio ci avvicinava alla grande serata; quando ci saremmo riuniti con i nonni in sala ad ascoltare la storia dei magi e dell'annunciazione della nascita di Gesù e del loro viaggio seguendo la cometa per andare a salutare il redentore.

Nel frattempo Babbo Natale preparava di nascosto l'albero per noi!!! E poi finalmente verso le 19 ricomparivano i nostri genitori, si apriva la porta e scoprivamo lo spettacolo dell'albero decorato con mille candele accese, decorazioni di angeli in legno dipinto e qualche boccia di vetro che ricompariva magicamente ogni anno! Sotto l'albero i pacchi con le carte variopinte, i nastri ed i fiocchi dorati....

Ma bando alle ciancie, Natale è ancora lontano, ma quest'anno non e spero di non perdere questo spirito e cascare nel tranello della commercializzazione anche se non è possibile farne a meno. Potrei scrivere ancora per ore, crogiolarmi nei ricordi, ma devo scappare a confezionare piccoli Pan di Zenzero bislacchi per la magia di quest'anno.

Ma prometto che farò del mio meglio per non perdere lo spirito dell'aspettativa, della condivisione, della sacralità di questo periodo nel quale ci ricordiamo di tutti i nostri cari, vicini e lontani e se non riuscirò a fare un regalo materiale a tutti saprò comunque che per me ognuno di loro è una benedizione nella mia vita! Buona Aspettativa a tutti!

52 commenti:

Alessia ha detto...

Che bella atmosfera evochi con il racconto dei Natali della tua infanzia... E' esattamente il modo in cui avrei voluto passarli io... Di quando ero piccola, per pochi anni però, ricordo la magia dell'albero, che amo ancora follemente (in pratica lo faccio ogni anno giusto per il mio piacere, da me del Natale non importa praticamente a nessuno), e la comparsa dei regali, che aveva un che di prodigioso e si portava dietro un'emozione che vorrei ancora essere in grado di provare. Grazie Fatina per quest'assaggio di luci e splendori, sono felice che tu abbia vissuto momenti così belli.

Simona ha detto...

Anche io vivo il Natale come qualcosa di magico e ancora oggi alla veneranda età di 36 anni,ieri sera mi sono ritrovata a canticchiate ma guarda un pò.. Tu scendi dalle stelle..Il titolo del tuo post gli assomiglia.. non vedo l'ora che sia Natale proprio per la sua atmosfera e non per i regali fatti per ricambiare come oggi succede, ma solo per il gusto di stare insieme...
Scusa se sono stata lunghissima ma quello che hai scritto mi ha fatto rivivere ricordi bellissimi...

Ciao Fata a presto..

Simona

scarpette rosse ha detto...

grazie fata per le parole che hai scritto, hai prorpio ragione ormai tutti noi pensiamo ai regali e alle feste in questo modo, ma il Natale è diverso, lo dico sempre tutti gli anni, ma poi la corsa ai regali è inevitabile e quindi cerco di prepararmi in anticipo, ma non sempre le persone accettano i miei regali "fatti a mano" nello stesso modo!!!! cmq è splendido il racconto che hai fatto del tuo natale dell'infanzia, anche io ricordo bei momenti diquando ero piccola, baci
smetto altrimenti mi faccio prendere dai ricordi e le parole non finoscono mai ed invece devo andare a preparare la cena, ciao

Mary ha detto...

idem... prima era diverso per me è rimasto come quando ero piccola ...un ricordo .

ora .. pensano solo ' cosa mi regali'...per il resto no commet
:)grazie fata

Elisa ha detto...

hi hi che bello l'alieno che scende dalle stelle...eh eh eh
Io non ho mai festeggiato il natale con scambio di doni...di solito io ho sempre festeggiato santa lucia...il natale per me era tutto incentrato sul presepe...eh eh eh
Qui sarà il primo anno con scambio di regali a natale...eh eh eh devo anche muovermi e andare a comprarli...hi hi hi
Bacione
a presto...
Elisa

Anonimo ha detto...

Quando ero piccolina la porta dell'appartamento nel quale abitavamo aveva un vetro al centro. La mattina di Natale, sin dall'alba, mia sorella ed io sbirciavamo dalla porta della stanza che condividevamo fino a quando, all'improvviso e come per incanto, dietro il vetro smerigliato non apparivano le luci soffuse ed intermittenti dell'albero di Natale che avevamo addobbato con mia madre: un attimo di stupore e di gioia.
I miei non potevano regalarci molte cose, ma preparavano un pacchettino per ogni pensierino, anche quello più piccolo. Ancora oggi, quando ripenso a quel vetro smerigliato, sento una sensazione di calore e di magia che spero di riuscire a trasmettere a mio figlio.
Tiz

Roberta Filava ha detto...

ciao Fata, io il natale lo festeggio da quando sono con roberto, circa 14 anni perchè a casa loro è molto sentito e in una maniera semplice e familiare...a casa mia invece da protestanti quali siamo il Natale è stato sempre sentito poco rispetto alla festa e religiosamente ancora meno nonostante mio nonno fosse un pastore della chiesa protestante. Ma io da bambina volevo sentirlo e così grazie aroberto lo festeggio alla maniera mia e da qualche anno con lavori miei, quellli che riesco a fare e quest'anno quelli che farò se ci riuscirò alle mie amiche di blog..pensa che il tuo è già pronto da giorni e non voglio che ricambi in alcuna maniera..mi basterà una delle nostre belle chiacchierate mattutine da feste natalizie..un bacio grande e a presto
roberta

Ilaria ha detto...

Puccislacca, lo so , adesso vado controccorrente...a me il Natale proprio non colpisce dal punto di vista religioso e spirituale, la magia nel Natale per me è guardare le faccine dei pupi, al loro risveglio, quando trovano i regali da aprire.
Io e Vito non ci facciamo regali di Natale da anni, ormai.
Alla mamma qualcosa fatto da me e una piccola aggiunta, solitamente qualcosa di utile... quella che proprio mi fa uscire di capa è mia sorella!!! Maremma che difficile!!

mogarocr

laur@ ha detto...

che bello il tuo racconto fata trislacca!

Simo ha detto...

Fata,che racconto bellissimo hai fatto! Anche nella mia famiglia il Natale è molto sentito, e cerco di trasmetterlo anche a mia figlia. Fin che crede a Babbo Natale poi è bellissimo...la sera della vigilia gli prepara lo spuntino sul tavolo della sala:una tazza di latte, un piattino pieno di biscotti e un po' di cioccolatini (che faccio sparire prima che si svegli...)Poi lascia anche 2 ciotoline di latte per le renne...che bello festeggiare con i bambini, sembra di tornare indietro con gli anni!

Giulia Boccafogli ha detto...

Ciao Fata! Ehhh...il Natale! Non vedo l'ora di avere dei figli per far vivere loro tutta la magia che è stata regalata a me! Il mio Natale è quello dei giretti a spasso per il mercatino di Santa Lucia per trovare la statuina da mettere nel presepe (ogni anno una statuina nuova, una sola); le ore a districare i fili delle lucine; fare l'albero con la mamma la sera di Santa Lucia; posizionare gli sciatori (dei vecchissimi decori) in cima, vicino alla punta. Stendere i sassolini bianchi sul fondo del presepe, decidere da dove far scendere la cascatella regolarmente in carta stagnola... .
Il mio Natale è quello di Babbo Natale in carne ed ossa che a 5 anni mi si presenta in sala con la casa di Barbie, è quello dei rumori magici in salotto e la magica apparizione dei regali. IL mio Natale è il mio amico del cuore che mi fa trovare Mark il criceto sotto l'albero, i cioccolatini che il mio nonno mi regalava sempre. Poi piano piano la magia un po' si è rarefatta. Quest'anno voglio regalare quella magia ai miei genitori che ne hanno davvero bisogno, voglio essere così brava da riuscirci senza alcuna fatica. I regali? Adoro farli. Tassativamente handmade, ormai da quando avevo 16/17 anni e mi dilettavo con la pasta di sale e il cartonaggio! Grazie per avermi fatto ricordare alcune cose che avevo un po' messo da parte! Un abbraccio

lauraelle ha detto...

mi dispiace, non ho letto tutto, sto scappando per andare al lavor, ma ho visto cose meravigliose!
Laura

PuntoCroce ha detto...

Leggendo le tue parole ho avuto un flashback.
Quando ero piccola e -raramente- mia madre permetteva a me e a mio fratello di entrare nel lettone, mi piaceva ascoltare i suoi racconti di vita: cosa succedeva quando lei era piccola, cosa mangiavano, come si comportavano in tempo di guerra, cosa facevano a Natale.... era bellissimo rimanere lì, al calduccio, e sentirla raccontare la sua vita, le sue esperienze...
Ecco, oggi ho avuto la stessa meravigliosa sensazione: grazie!
Un abbraccio
Maria Rosa

sempre Fata Bislacca ha detto...

Grazie che arricchite ad ogni volta queste pagine virtuali con i vostri ricordi, speranze, racconti...
Alessia; spero che tu te li creerai (ricordi simili). Spesso la vita non ci dà quello che vorremmo e quando siamo "grandi" ci dimentichiamo che forse potremmo iniziare a crearcelo noi! Così, tanto per il piacere, come fai tu con il tuo albero ogni anno... PER TE!
Simona; già!!! Buono spirito natalizio a te!
Scarpette Rosse; eppure è così bello ricevere qualcosa di veramente pensato, fatto a mano proprio per te. Il tempo, l'amore, il pensiero non valgono 1000 euro spesi di malavoglia per una cosa qualsiasi tanto per fare sentire quanto si "vale"!!! Vai avanti con questo tipo di regalo; sono i più sentiti!!!!
Mary; beh, dai ricordi può nascere il presente....
Elisa; sei proprio tu!!! Piena di ehehihihihoho!!!! Sembra che ci sia già babbo natale che sta scendendo dal camino??? Io non conosco la festa di S.Lucia, quest'anno mi informerò! Ti auguro un buon natale regaloso!
Tiz; bentornata!!!! Che bellissima immagine questo "dietro la porta".... anche noi avevamo un vetro ed i miei lo coprivano ma filtrava un po' la luce.... Magico! I regali erano anche poca cosa se si pensa ad ora; carta, pennarelli per me e macchinine per mio fratellino, un pacchettino per ogni pennarello ecc.... Si, un po' come per te... Ma la magia nel scoprire tutto e nel riciclare poi ogni cartina preziosa me lo porto dietro ancora ora. sono sicura che saprai portare avanti l'incanto con tuo figlio!
A presto!
Roberta; strano, anche la mia mamma è protestante così come lo era la sua famiglia di origine. Sarà che hanno vissuto a lungo in Danimarca, Germania e Francia ma da noi era sentitissimo. Mio nonno era uno scenziato ateo che più ateo non si può ma ci amava tanto e credo che per questo ha amato anche calarsi nello spirito Natalizio per guardarci vivere questa magia!!!! Sono stata fortunata!!!! Un regalo per me???? Tutto in carta vetrata???? Scherzo! Ti ringrazio tantissimo, lo metterò sotto il mio alberello.... Io i regali amo farli quando so cosa regalare e quindi arrivano "a sorpresa" non sono una che regala solo perché si sente in debito!!!!! Ci faremo un bel jingle bells mattutino con ancora le renne in giro per casa!!!! Bacio grande a te!
Ila; detto tutto ieri in privé (anche troppo....). Happy Blogger to youuuu!!!
Laura; ed i tuoi natali????
Simo; impagabile credere a Babbo Natale. Mi ricordo quando sono cresciuta e mia mamma mi ha presa da parte (perché iniziavo a "subodorare" l'impiccio) per confidarmi che in realtà era lei e papà. Mi ha chiesto di non rivelarlo a mio fratellino ed io improvvisamente mi sono sentita responsabile per la sua "magia". Che tenera la tua bimba che lascia i doni per le renne e Babbo natale!!! Non lo scorderà mai!
Giulia Boccafogli! Che bel racconto, anche noi avevamo il presepio che facevamo in ceramica; pensa che mia mamma ogni anno tira ancora fuori i pezzi giunti intatti fino ad ora... Forse quest'anno faccio una foto per i posteri! Che bello il tuo racconto, il criceto, i soliti cioccolatini del nonno che aspettiamo con trepidazione. Averlo vissuto da la possibilità di ricrearlo per i nostri cari.... Che bello bello!
Lauraelle; buon lavoro carissima, a presto!!!
PuntoCroce; io vivevo questo con la mia amata nonna.... Mi vengono i brividi a leggerti, mi dai un flashback a tua volta! Grazie! Partecipo all'abbraccio che mi hai lasciato!!!!!

Paola ha detto...

Ciao! è così bello ripensare ai Natali della nostra infanzia! io ricordo come in un sogno quando mio padre preparava un abete alto fino al soffitto e poi il presepe che era pure grande, dentro un'intelaiatura che lui preparava per la volta del cielo...e tutte le casine di legno che lui aveva fatto e intarsiato....allora sentivo quella magica atmosfera, c'era quel senso dell'attesa....ora, da qualche anno, il Natale, mi mette addosso un po' di malinconia, perché purtroppo tante persone care non ci sono più: poi, logicamente, guardo i miei figli, la nostra famigliola e ringrazio il Signore.... ti ringrazio comunque di avermi fatto ripensare a Natali lontani
Un abbraccio

laur@ ha detto...

i miei Natali?
il ricordo più bello ...
quando mamma comprava tanti cioccolatini e poi noi,con ago e filo,li appendavamo all'albero insieme a quelle meravigliose e fragilissime palle di vetro(che ho ancora!)
e l'albero che andava via via svuotandosi.
in quei momenti un cioccolatino sembrava oro!
e fare il presepe a "mano",dove mamma ci metteva di tutto per fare allegoria,sembrava più uno zoo che un presepe.e con babbo facevo le case di cartone.io ho disegnato a mano i biglietti di auguri fino ai miei 19 anni,pensa te!

la mia mail la trovi nel mio blog,comunque è laura.tani@alice.it

ciao!
:o)

Alessia ha detto...

Sei veramente una fata, se riesci a creare questo! Tante persone diverse, lontane, che raccontano emozioni e ricordi con tanta semplicità e tu che riesci a trovare una frase e un pensiero per ognuna di queste persone che ti apre il suo cuore...
sei veramente una persona speciale e sono felice di averti conosciuta.

consingl

elena71 ha detto...

Bisly, che bel racconto.

Io non ricordo natali particolari, solo le tavole che mio padre riempiva di cose meravigliose, pero' non erano mai feste serene.
C'era sempre qualche litigio o malumore questo rovinava irrimediabilmente la festa, senza contare che mia nonna ci faceva vedere i regali, che mia madre nascondeva, sempre qualche giorno prima di natale.

:'(

elena fiore ha detto...

Uffa, tra te ed il tuo maritino scrivete post troppo lunghi...io sono sempre trafelata e di corsa e rimango indietro ! mandatemi i vostri post a puntate, perché se li accumulo poi mi devo prendere una giornata per andare a pari!
Stasera cercherò di leggervi, per ora ho capito da una breve scorsa che hai scritto qualcosa di evocativo...Baci, corro, volo, aiutoooooooo mi manca il tempo per tuttoooooo!

Lilli Prune ha detto...

Alalala, ces p'tites bonnes femmes j'ADORE !!!
Dis, on peut voir l'autre coté de tes broches, je suis trop intrigué...:-)))
Gros gros bisous
Lilli Prune
ps: le collis est repartiii !!!! cette fois c'est la bonne, on croise les doigts!!

Susina strega del tè ha detto...

Guarda tesoro, mi è piaciuto moltissimo quello che hai scritto, concordo in pieno, belli i tuoi ricordi di bambina, mi hai fatto emozionare!!! stasera provo il tè London che mi hai regalato!!! bacini bacioni!!!!
p.s: lunedì NUOVO LAVOROOOOOOOOO!!!!
^__________^

pino ha detto...

Perchè aspettare un giorno l'anno per diventare tutti più buoni??...
Perchè il vicino di casa, che per tutto l'anno non ti rivolge nemmeno uno sguardo,l'uniche due volte che ti ha rivolto la parola era così incazzato con il tuo cane che aveva abbaiato e voleva strozzarti,improvvisamente il giorno di Natale ti fa gli auguri con tanto di stretta di mano, baci e abbracci.Perchè il pizzicagnolo che per tutto l'anno ti ha fregato sul peso a natale ti regala un'agenda una penna ed un torrone!...E il datore di lavoro che ti regala un panettone e lo spumante?...Sembra la persona più giusta e buona del mondo...anche se per tutto l'anno poi vi siete scambiati maledizioni...Tanto i contributi non te li versa, in regola non ti ci mette...Però è buono!!!Ti fa gli auguri di un sereno Natale...boh a me sembra la festa dell'ipocrisia...perchè non viviamo come se fosse Natale ogni giorno?

cri ha detto...

Adoro il Natale, l'ho sempre amato e sara' sempre cosi' ma, negli ultimi anni, è diventato uno STRESS ENORME.
Non è facile lavorare al pubblico, consigliare il prodotto + economico (purtroppo non viviamo bei tempi), simpatico, che faccia una bella figura, tecnologico, piccolo, poco ingombrante, facile all'utilizzo, all'avanguardia, colorato, che possa piacere a grandi e piccini,che sia una novita' (cosi' nessuno lo ha)e altre 10.000 caratteristiche.
Ecco perche' quest'anno ho gia' fatto la lista dei regali:
VOGLIO VIVERMI IL NATALE IN TUTTA SERENITA', senza essere stressata da pacchetti o oggetti acquistati all'ultimo.
ANZI: perchè invece di farmi il regalo non passiamo una bella serata insieme? Tanto non c'e' mai tempo per niente....SPENDIAMO un paio di ore per la nostra amicizia.
UN VERO INVESTIMENTO!!!

Blogger ha detto...

Buon natale quindi, sono momenti belli in genere: si ha tempo per vedere amici trascurati, parenti, anche a me non dispiace.
Non parlarmi di redenzione però, mi dissolvo come un vampiro a mezzogiorno, ti giuro.
Blogger

PS Latito un po', scusa, molto lavoro, solo quello.
Un bacio

sempre Fata Bislacca ha detto...

Eccomi al volo come sempre non posso leggervi e mettere in tasca, troppo mi piace quello che aggiungete di volta in volta...
cri; vero, anche io desidero vivermi queste feste tenendo nel cuore lo spirito della festa. Purtroppo il consumismo c'è e nessuno ne è immune, l'importante credo sia tenere presente questo e cercare di non farlo diventare uno stress ma casomai un piacere (la gioia di fare un regalo sentito, di preparare una bella atmosfera per i propri cari ecc...)
Pino; me lo chiedo anche io!!!!! Sai di solito dove finiscono tutti quei panettoni???? O nella spazzatura o in cellulite che così ci compriamo le diete per tornare nel bikini ad agosto... E ci sentiamo buoni.... Anche io detesto questa ipocrisia, ma so che tale è e spesso chi compie quei gesti si sente davvero migliore... Non abbiamo la bacchetta della consapevolezza! Natale è tutto l'anno, non possiamo rallegrarci per la nascita del Salvatore e poi comportarci come se nulla fosse stato... Siamo a posto con la coscienza perché abbiamo invitato i parenti rompi e dato la stretta di mano tanto per..... Si, la sfida è proprio quella di vivere come se fosse natale tutto l'anno, ma per questo ogniuno è responsabile di sé stesso!!!!! Discorso contorto???
Susina; in bocca al lupo per il nuovo lavoro!!! Fammi sapere se il thè è di tuo gusto, io lo adoro con una nuvola di latte....
Lilli, ce sont des gri-gri et oui, je montrerai l'autre coté de la lune! Pour le colis c'est reparti les courses à la poste!!!!! Bisous
Elena; mica deve diventare uno stress leggere i post!!!! Quando passi passi mica ti faccio gli esami per vedere se hai studiato. Fa piacere anche solo l'affaccio per dire ciaooooo e quando non c'è tempo non si può mica essere ovunque!!!!
Elena71; sigh sigh!!! Stai un po? meglio??? Passato tutto????
Alessia; belli i vostri racconti, sono io che son grata che voliate aprire il vostro cuore da me!!!! Anche io sono felice di averti conosciuta!!!!!
Laura; che bei ricordi, quanto valore si dava alle cose!!!! Io li disegno ancora adesso!!!!!!
Grazie!!!!
Paola; grazie a te per la condivisione dei tuoi natali passati e quelli presenti! Vero, a volte il passato sembra magico perché tendiamo a scordarne le difficoltà o siamo capaci di trattenere i momenti belli e non consideriamo che è nel presente che creiamo i nostri ricordi! Il presente è l'unico momento in cui possiamo cambiare le cose; sempre!
Grazie per le tue immagini, grazie per averle condivise come me; con noi!!!!!

Roberta Filava ha detto...

hai ragione Fata...è questione di fortuna io ho voluto darmi queste ragioni forse per non accettare mai che ci sono anche delle famiglie di m...per fortuna con il tempo sono stata ripagata!!
il regalo per te è stata una sorpresa anche per me..lo realizzavo per provare e quando l'ho finito non poteva essere che per te! una vera sorpresa tutte le volte che mi piace qualcosa che faccio e la cedo con amore..non è mai per me ma per far felice qualcun'altro..ah i problemi infantili!!!..
sto aspettando un ispirazione magica per Iggy e siccome in tante mi chiedono consigli per un regalo ad un uomo ti assicuro che non è facile e mi metterò alla prova..l'amore è già insito, in questo regalo, nella passione di qundo sperimento...se poi non vi piaceranno potete sempre rinviarli al mittente!!! un bacio e ti nvidio per curare così bene i rapporti..io non ci riuscirei!
a presto...io porto lo spumante per la sera di natale!!!
roberta

Cl@udia ha detto...

Sono felice di vedere che tante persone, come te e me cercano ancora di ricreare il vero spirito natalizio.
Adoro il Natale,vivo la preparazione della casa come quando avevo 3 anni e mio papà mi prendeva sulle spalle per farmi mettere la punta dorata all'albero.
Il camino acceso, le candele tramolanti, piccoli decori appesi ovunque e il calore della famiglia, grande o piccola che sia sono impagabili....
Grazie fata...

laur@ ha detto...

dai un'occhiata alla posta e dimmi se è il genere che dicevi tu,ho fatto una prova

Maurizio ha detto...

Ora... per intenderci, ho capito perfettamente che ami ricevere premi virtuali come blogger... l'ho capito da uno dei tuoi ultimi post... e poichè ho intuito quanta gioia ti possa dare un evento simile... ti ho assegnato anch'io un premio...
Sono cose della vita... sù... tutto passa...
Serena notte (anche se so che l'emozione non ti farà dormire)...

michellescrap ha detto...

Ciao Fata ... vengo dal blog di Alessia/Maia. E' un pochino che gironzolo sul tuo blog. E' davvero particolare ed hai un modo di scrivere davvero 'fatesco'; sei accattivante, ironica, divertente e trascinante. Persino leggere i commenti che 'istighi' a lasciare è divertentissimo. Questo post sul Natale è splendido. Tutte ti hanno raccontato qualcosa del loro Natale ... anche a me hai evocato bei ricordi. Ma li ho cacciati perchè per un motivo e per un altro questo che verrà non sarà un buon Natale.
Continua così ... tornerò senz'altro a leggerti e a guardare le cose particolarissime che fai.
Michelle

Anonimo ha detto...

ciao fata bislacca, sono la vale, l'amiciccia della ila, finalmente ho deciso di rompere il muro del silenzio per ringraziarti tantissimo del megafantasticosuper regalo che mi hai fatto!E' stata la festa di noncompleanno piu' bella della mia vita, mi avete commosso (parlo al plurale perche' anche la ila ci ha messo del suo con un fantastico bigne').Grazie di esistere, siete due creative eccezionali e strampalate al punto giusto!non dimentichero' e prima o poi sara' anche il vostro noncompleanno! a presto, la zia vale.

sempre Fata Bislacca ha detto...

Ciao!!!! Grazie per i vostri contributi, le vostre "perle di saggezza" come le chiamo io su questo blog; in parte ironicamente ed in parte proprio perché i vostri pensieri e le vostre idee, nonché i vostri blog sono come nuove "perle alla mia collana della vita"! Ma una ad una
Roberta; grazie di cuore, è come se lo avessi già!!!! Figurati se te lo rispedisco, ce l'ho già nel cuore e da li non si può togliere!!!! Io per la sera di Natale porto qualche dessert sfizioso, va bene??? O preferisci una tartare di salmone con lo spumante?????
Cl@udia; Grazie a te!!!!Che ricordo meraviglioso quello di te sulle spalle di papà, la piccolina che con l'aiuto del grande mette il pezzo più importante!!! Chissà che felicità hai provato in quel momento, che importanza, che responsabilità.... Questo mica si può comprare con la visa!!!!!!! Un abbraccio!
Laur@ ricevuto questa mattina ma ho preso i topi perché andata a dormire tardissimo dopo uscita con Iggy ed avevo subito una cliente. Ti scrivo subito una mail; grazie di cuore ma non vorrei farti impazzire..... Anche perché sei matta al punto giusto e non ti voglio esaurita!!!!!
Maurizio; meno male che non ho acceso il pc prima di andare a letto, davvero, come dici tu non ci avrei dormito; ma ti ho già risposto sul tuo blog... E chi la fa, l'aspetti!!!!! Sei fortunato che sono stra-impegnata ed in altre faccende affaccendata ma..... Avrai anche scampato il premio-ragnatela, ma ho altre frecce nel mio arco!!!!!
MichelleScrap; Benvenuta sulla pagina dei commenti!!!!! sono felice che ti piaccia passare da me ed è bello avere degli echi dai propri visitatori, interagire, reagire, sentire le loro reazioni! Come dicevo poco sopra tutto questo non ha prezzo! Io ti auguro solo che dato che manca ancora più di un mese al Natale le situazioni possano evolversi per te in modo che un po' di magia possa palesarsi nel tuo cuore in questa festa della Luce! Sono felice di accoglierti qui ogni volta che vorrai venire! Non vedo l'ora di scoprire anche il tuo blog! A presto!
Zia Vale!!!!!!!!!! Ma ciao!!!! Wowwww si, vedo ovunque tasselli di muro del silenzio che si dissolvono con mille suoni diversi!!! Che bello che hai vissuto una cotanta bella festa di noncompleanno e sono felice di avervi contribuito dietro le quinte! Nel mio biglietto sono stata un po' lapidale ma credo tu abbia compreso che le parole non avrebbero potuto aggiungere nulla.... Un solo rimpianto; non aver potuto assaggiare quel bigné (ma era vero o alla Ilas Way cioè di fimo???). Non ti preoccupare, ogni giorno è il mio non-compleanno; vabbé ogni tanto purtroppo mi tocca anche il compleanno ma sono poi pochini, quindi mi sento perfettamente appagata e ricambiata dalla gioia che tu hai provato! Anche a te, che te lo dico a fare, sei sempre la benvenuta!!!! Un abbraccio

laur@ ha detto...

fataaaaaaaaaaaaaaa,
ma io mi diverto!
dai fammi provare,a te non costa nulla.
al massimo cosa succede?che i miei fotomontaggi non ti vadano bene,mica ci fanno la multa!

§:o)

da dove hai capito che sono matta?

laur@ ha detto...

pure la gri gri dance,nooooooooooo


(`’•.¸(`’•.¸*♥*¸.•’´)¸.•’´)
´¨`♥ …un abbraccio… ♥´¨`
(¸.•’´(¸.•’´*♥*`’•.¸)`’•.¸)

Den ha detto...

Bellissima la gri-grì dance!!! Come l'hai fatta?

elena fiore ha detto...

La dance degli gnomi mi ha sempre fatto ridere. Quando me l'hanno spedita con la faccia mia, di Lara e Gippo ho riso per giorni!
Ps : quando me la spedisci via mail una foto con il tuo faccino? Bacioni, ciao

DRINA ha detto...

Mi hanno mandato mail per parlarmi di questo tuo post...e io non lo potevo nemmeno leggere! Fino a 5 minuti fa...il pc è tornato e io che trovo??? magia delle magie della Fata più Fata che conosco...solo tu potevi fare così Natale...ti rendi conto di quante persone hai coinvolto in questo girotondo di ricordi? Secondo me hai fatto qualcosa di grande e io ringrazio te e tutti quelli che hanno condiviso i loro ricordi...devo dire che per qualche racconto mi è pure scesa la lacrimuccia...se non chemi spunta la gri-gri dance e a quel punto mi spatacco di risate...poi vedo gli omini di ginger con il cuore nella pancia e di nuovo, non so perché mi commuovo...Fatuzza sono sull'orlo di essere giudicata ciclotimica...ma il tuo blog è un turbine di emozioni...e questo mi piace! Bacio bellezza

sempre Fata Bislacca ha detto...

Non che non avrei un MUUUUCCCHIO di cose da fare; ma come faccio a non scrivervi????
Drina; bentornata!!! allora è finita la love-story tra il tuo pc e la dottoressa??? Chissà quante lacrime... Si è meraviglioso come tutti quanti hanno avuto la delicatezza di aggiungere una loro "fotografia", "suono" o profumo" ricordando i loro natali.... È la magia del mio alienino che rende tutti ricordosi! Stellina, tutti questi su e giù, una giostra mia cara Drina; un altro giro, e si riparteeeeee!!!! Bacio a te bellezza!
ElenaFiore; si, è esilarante, l'anno scorso ci ho perso le ferie per farne a milioni e oggi Simona di Tutto Scrap me l'ha fatto tornare in mente (devo andare a ringraziarla). Tu lo chiami faccino???? Sò un tocco de fata!
Den; ciauuu, clicci sul "filmato" su make your own (mi pare). La farai con tutta la famiglia Cesaroni?????
Laur@ siiiiiii!!! Follia delirante!!!!
Ti ringrazio per quello che fai! Come ho capito che sei matta??? Chi si somiglia si piglia!!!
Bacioni a tutti

laur@ ha detto...

:o(

ma se sono normalissima!

mida.f3 ha detto...

Grazieeeeeeee, mi hai regalato uno scorcio di magia... anche per me il natale non è un momento di doni commerciali, ma di pensieri nati dal cuore e creati dalle nostre mani. Credo che donare cose fatte da noi con amore, nei ritagli di tempo indichino tutto l'affetto che proviamo per i nostri cari.
Dolci feste e magia tutto l'anno, un abbraccio, Milena

laur@ ha detto...

fataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
eccomi,mi trovi qui!

http://ilcoraggiodifareun.fotoblog.it/archive/2008/07/02/al-buio.html

non chiedere di più.
fai l'album di "famiglia"?
buon fine settimana!!!!

XPX ha detto...

Amo l'atmosfera natalizia, sin da quando ero bambino.

Alessia ha detto...

Ciao bellezza!! devi avere veramente un mucchio di cose da fare se da due giorni non scrivi un post!!! Passavo a salutarti...
baci da quella del primo piano!

miste(ro?)

DRINA ha detto...

Volevo solo lasciarti un salutino...ma io dico tutte a me oggi ste parole di verifica??? Hai visto quella che ho trovato sul blog di Ila??? e ora vengo da te e...SESSI...tutta colpa di quell'annuncio appiccicato nella bacheca del condomino!

Susina strega del tè ha detto...

Tesoro!! Oggi è stato il mio ultimo giorno di lavoro in quel postaccio!!! Un pò mi è dispiaciuto soprattutto lasciare qualche collega, lunedì si riparte, altro giro altra corsa...ma ce la farò???? Siiiiiiiiiiiiiii!! Ora mi preparo e vado a bere un teino all'associazione, anzi vado a fare due foto da postare in seguito così vedrai come è..mi piacerebbe portartici una volta... sigh sigh sob sob...

Giulia Boccafogli ha detto...

Passavo di qua e mi hai fatto morire dalle risate con la gri gri dance! ghghg!
Solo un saluto quasi in relax...è venerdì, domani non si dorme, ma almeno non si lavora!!!
Baci sparsi

Giu'

Maurizio ha detto...

Latitando, latitando... anch'io ti lascio la mia buonanotte...

Cristina ha detto...

Fatinaaaaaaaaa caraaa! Come al solito passando da te e dal tuo blogguccio non ci si può che emozionare, perchè i tuoi racconti sono sempre così avvolgenti e stimoli sempre in noi delle interessanti riflessioni!
Da parte mia sto preparandomi già al Natale, o almeno sto cercando di organizzarmi! Il Natale per me oltre che la festa SANTA è un piacere nel preparare qualche cards e pensierino il più possibile hand made da donare alle persone care, agli amici e da qualche anno alle amiche scrappose e perchè no anche alle amiche blogger!
Un abbraccio fortissimo e un bacio!
PS: Le ragnatele sono aumentateeeee ... ih ih vedrò di porvi rimedio il prima possibileeeee

Giada ha detto...

io adoro il natale!! l'atmosfera del natale, il suo odore, la sensazione di ovattato che circonda tutto e tutti... peccato che finisce sempre troppo presto... vorrei che fosse natale tutto l'anno, vorrei tu le sensazioni natalizie durassero tutto l'anno.... invece mettendo via l'albero... va via tutto... :(

Vania ha detto...

Sono una tua affezzionata, commenti non li ho mai lasciati ma come non aggiungere un mattoncino a questo post!? "Lasciamoci guidare da tutte le meraviglie della vita perchè ogni momento è speciale , Natale è un occasione in più per far vivere la nostra VITA!"
Grazie per l'energia creavita del tuo blog. E scusa se mi sono fatta trasportare in modo cosi'melanso. Con il cuore.

sempre Fata Bislacca ha detto...

Eccommmeeeeee!!!! Ciao!
Che bello leggervi, mi scuso se ci metto un po' a rispondervi qui ma sono una FataIncasinata in questo periodo... Ma penso che per molti di voi sia lo stesso....
Vania; benvenuta!!! O meglio "ben palesata"!!! Ti ringrazio per avermi lasciato il tuo commento, mi piace moltissimo quello che dici; il Natale come consapevolezza ed occasione di far vivere la nostra VITA! Bello, io ti ringrazio per il tuo contributo che ti assicuro non è per niente melenso!!!! Con il cuore anch'io!
Giada; forse quest'anno, con un po' di attenzione riusciamo a non fare svanire tutto con i scatoloni delle decorazioni.... Ci proviamo???
Cristina; non so come fare con te, nemmeno il "premio ragnatela" ti ha spaventata, nemmeno l'idea che io stia lentamente morendo di vecchiaia... Cosa altro devo inventarmi???? Mi manchi!!!!! Ma scherzo, fai benissimo a preparare questa meravigliosa festa SANTA come dici tu, a prenderti il tempo per tutti i tuoi cari; in fondo questa è la magia del natale! Ti abbraccio fortissimo anche io e se hai bisogno porto il mastro lindo ed un po' di olio di gomito per fare pulizia.... Bacio
Maurizio; buona giornata!!!! Hai stirato il tuo costumino da elfo?
Giulia Boccafogli; allora buon non-lavoro, spero che ti godrai il fine settimana al meglio! Ho visto che hai dato le tre parole; quanto tempo ti sei prefissata??? Magari riesco anche io a farlo... Ma la prossima perché non la estendi ancora di più, tipo sti swap che spesso mi sembrano un po' boh? ma che ogniuna da una parola e poi si assegna a caso ad una creativa che deve interpretarla... O anche 3 parole da mettere insieme in una creazione... che ne pensi? Chissà se ripassi a leggere la mia risposta.... Bacio
Susina; ceeeerrrrto che ce la farai!!! Non vedo l'ora di venire all'associazione, non lo escludo proprio tra i mei progetti c'è "godermi la vita"... Noooo, non che non me la goda, ma godermela con meno interruzioni... Ecco!!!!!! Baci ed in c*** alla balena per il tuo nuovo lavoro, siamo felici per te!
DRINA; grazie mille per i salutini, io ho visto il tuo post ma siccome non mi piace commentare in modo lapidario mi sono ripromessa di tornare con calma per dedicarti il meritato tempo ed attenzione! Bacio! Tremendo il condominio, quanti spifferi e pettegolezzi!!!!
Alessia; vero!!! si, il post.... qualcosa strizzerò fuori dalle mie meningi fumanti.... Grazie del salutino, lo ricambio così come i baci baci baci
XPX; Benvenuto e grazie per il tuo contributo!
laur@ credo che a quest'ora l'arcano ti sia già stato svelato.... che ne pensi? Intanto buon fine settimana anche a te!!!!!
mida.f3 bello quello che scrivi e ti ringrazio per questo!!! La penso come te, assolutamente!!!! Un abbraccio caldo caldo!
Torno a bislaccare, ciao a tutti voi miei carissimi!!!!!

Carla ha detto...

Ma che bello queso racconto pieno di sentimenti e di momenti di attesa felice :D
Sei stata fortunata a vivere questo magico evento insieme alla tua famiglia!
Ma allora sei di origni novergesi?
Fata fatina ;)
Buon aspettativa anche te!
Carla